martedì 17 gennaio | 20:28
pubblicato il 20/set/2016 11:33

Acciaio, maxi fusione in Cina crea nr.2 mondiale: "Solo l'inizio"

Baosteel ingloberà Wuhan. Il via libera dell'antitrust c'è già

Acciaio, maxi fusione in Cina crea nr.2 mondiale: "Solo l'inizio"

Roma, 20 set. (askanews) - In quattro e quattr'otto la Cina ha avviato una gigantesca fusione nel comparto dell'acciaio, che darà vita al secondo maggiore gruppo globale con l'obiettivo di gestire l'eccesso produttivo che da anni affligge il settore, principalmente proprio a causa della sovraproduzione cinese. La Baosteel, il secondo produttore cinese assorbirà la Wuhan Iron and Steel Group, tramite l'emissione di nuove azioni destinate ai soci di quest'ultima.

Sono entrambe società a controllo statale. Gli annunci della mega fusione sono stati affidati a comunicati presso la Borsa di Shanghai. E a rimarcare le profonde differenze che permangono tra l'economia del Dragone e quelle di Usa ed Europa, dove una operazione di questo genere richiederebbe un lungo vaglio delle autorità antitrust, magari richieste di cessioni se non un veto vero e proprio, sul nuovo colosso cinese invece il via libera delle autorità sulla concorrenza è già arrivato.

A livello globale Baosteel si attesta al quinto posto tra i produttori di acciaio, Wuhan all'11esimo. Combinate, con una capacità produttiva da oltre 60 milioni di tonnellate l'anno, si piazzeranno direttamente alle spalle del gigante indiano e europeo Arcelor Mittal.

Il rallentamento del commercio globale ha esacerbato il problema già presente dell'eccesso produttivo cinese, acuendo in parallelo le tensioni commerciali con l'Europa. Lo scorso anno Baosteel ha visto gli utili crollare dell'83 per cento, a 1 miliardi di yuan (134 milioni di euro) mentre Wuhan ha chiuso il bilancio in leggero rosso.

Peraltro secondo Chen Bingkun, analista della Minmetals e Jingyi Futures, questo "è solo l'inizio. Il riassetto del settore in Cina è inarrestabile" e ci si possono attendere altri consolidamenti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Fca
Fca, Delrio: richieste Germania? A Italia non si danno ordini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa