martedì 24 gennaio | 22:18
pubblicato il 11/giu/2013 12:39

Abi: piu' innovazione nei pagamenti

Abi: piu' innovazione nei pagamenti

(ASCA) - Roma, 11 giu - Gli strumenti di pagamento dei clienti delle banche in Italia diventano sempre piu' tecnologici e innovativi: col ''chip'', ''senza contatto'', via internet e cellulare, acquistare un bene o un servizio, che sia in Italia o nel resto d'Europa, non e' mai stato cosi' facile e sicuro. Grazie alle nuove tecnologie, al web e ai device di ultima generazione come tablet e smartphone, che sempre piu' spesso rappresentano un volano fondamentale per la crescita dei pagamenti elettronici e lo sviluppo di soluzioni innovative. Ma soprattutto grazie alla creazione dell'area unica europea dei pagamenti in euro - la cosiddetta SEPA - che sara' completata il 1* febbraio del prossimo anno, riducendo costi e inefficienze di strumenti cartacei e contante.

Il punto sulle principali sfide e sulle prospettive presenti e future del mercato dei pagamenti - anche in vista delle prossime scadenze fissate dal Regolamento Europeo - a Spin 2013, la due giorni che si tiene oggi e domani a Napoli. Le banche in Italia sono pronte per il prossimo appuntamento col SEPA End-Date. Secondo una recente indagine dell'Abi, infatti, a poco piu' di 200 giorni dalla data a partire dalla quale i servizi nazionali di bonifico e addebito diretto saranno definitivamente dismessi in favore dei corrispondenti strumenti paneuropei, la quasi totalita' delle banche operanti in Italia ha gia' avviato il processo di adeguamento infrastrutturale, applicativo, contrattuale e commerciale. Al punto che quasi tutti i gruppi bancari considerano di anticipare al prossimo autunno la migrazione di tutti i bonifici per tutti i canali.

Non piu' tardi di aprile e' avvenuta con successo la migrazione allo schema paneuropeo di tutti gli stipendi pubblici e delle pensioni di guerra.

Oltre che di Sepa, a Spin 2013 si e' parlato anche di tecnologia e innovazione applicate agli strumenti di pagamento: da uno strumento tradizionale come l'assegno fino ai canali digitali che, con i mobile e gli e-payments, possono dare un forte impulso alla crescita del commercio elettronico. In questa prospettiva, se pure i mobile payments continuano ad aumentare, sono soprattutto gli e-payments a far registrare il maggiore tasso di crescita. Basti pensare che, secondo alcune stime, nel 2014 il 20% delle transazioni commerciali sara' proprio su internet. Anche per questo, le banche italiane si sono attivate per mettere a disposizione dei clienti una serie di soluzioni innovative per il pagamento elettronico degli acquisti fatti sul web. Tra questi, a livello europeo e' stato messo a punto ''MyBank'', uno strumento che consente di fare i propri acquisiti online tramite bonifico SEPA, reindirizzando direttamente il pagamento su sito di home banking o sull'applicazione per smartphone e tablet della propria banca.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4