martedì 24 gennaio | 06:55
pubblicato il 16/set/2013 15:37

Abi: Megale(Fisac), verso lo sciopero. Banchieri si riducano compensi

Abi: Megale(Fisac), verso lo sciopero. Banchieri si riducano compensi

(ASCA) - Roma, 16 set - ''A fronte della disdetta unilaterale dell'Abi rispondiamo con una mobilitazione della categoria con lo sciopero, con l'obiettivo di difendere il ruolo del contratto nazionale di lavoro, il potere d'acquisto dei salari e l'occupazione'': e' quanto afferma all'Asca Agostino Megale (Fisac-Cgil), in merito alla disdetta unilaterale del contratto di lavoro dei bancari, decisa oggi dall'Abi, di cui e' presidente Antonio Patuelli. ''Mi sono seduto a quel tavolo oggi - ha detto Megale - immaginando di dover affrontare l'armonizzazione del Fondo di sostegno al reddito da realizzare entro il 31 ottobre, il precipitare degli eventi con la disdetta del contratto nazionale del lavoro - ha proseguito - mette in discussione una storia di relazioni in cui anche nei momenti piu' difficili le parti sociali hanno saputo costruire soluzioni condivise, oggi scelgono la strrada della rottura''. L'Abi invece, per Megale ''avrebbe potuto trarre un buon esempio dal patto della settimana scorsa tra Confindustria Cgil, Cisl e Uil sui temi della crescita e dell'occupazione e sarebbe utile - ha concluso Megale - che l'Abi prendesse il buon esempio, sapendo che la crisi del paese richiederebbe in questo momento lungimiranza in cui le banche dovrebbero riaprire i rubinetti del credito per rilanciare investimenti e occupazione, e invece le banche rompono col sindacato''. Megale spiega poi che al tavolo della trattativa ''abbiamo anche posto, insieme al ritiro della disdetta del contratto nazionale di lavoro, ai banchieri la richiesta per i prossimi due-tre anni di ridursi i loro compensi che vanno dai due ai tre, ai quattro milioni, scendendo sotto la soglia dei sei-sette cento mila euro, assumendo come riferimento gli stipendi dei manager poubblici. A questo proposito - ha affermato in ultimo Megale - abbiamo evidenziato che sara' presentata una legge'', e quindi ''abbiamo chiesto ai banchieri di dare il buon esempio''. Megale non ha precisato la data dello sciopero, che secondo fonti potrebbe essere il 31 ottobre se non ci saranno aperture da parte dell'Abi. ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4