lunedì 05 dicembre | 12:00
pubblicato il 28/lug/2014 16:24

Abi: in 2015-2016 Pil +1,3-1,4%, segnali ripresa prestiti

(ASCA) - Roma, 28 lug 2014 - Schiarite all'orizzonte, sia sul piano economico sia su quello finanziario. Se quest'anno, a seguito soprattutto delle dinamiche del passato, il prodotto italiano tendera' a crescere marginalmente (+0,3%), nel biennio 2015-2016 la crescita dovrebbe incrementarsi dell'1,3-1,4%, decisamente meglio delle recenti esperienze. Per le banche operanti in Italia, patrimonialmente rafforzate e pronte agli esami europei, cio' significa che, pur in presenza di un ammontare rilevante di crediti deteriorati, ci sono segnali di un ritorno all'espansione dei prestiti, che tendera' a aumentare quanto maggiore sara' la ripresa degli investimenti e la caduta della rischiosita'. E' questa la fotografia scattata nel consueto Rapporto di previsione AFO, redatto dall'ufficio analisi economiche Abi insieme agli uffici studi delle principali banche operanti in Italia. Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari