giovedì 08 dicembre | 10:52
pubblicato il 18/nov/2013 17:57

Abi: entro primo febbraio 2014 eliminate barriere nei pagamenti euro

Abi: entro primo febbraio 2014 eliminate barriere nei pagamenti euro

(ASCA) - Roma, 18 nov - La SEPA (Area Unica dei Pagamenti in Euro) rappresenta un'opportunita' per tutti i soggetti coinvolti: entro il primo febbraio 2014 (end date) le barriere fra i paesi partecipanti al progetto verranno eliminate, per creare un mercato integrato dei pagamenti fra 33 paesi e per oltre 500 milioni di cittadini che avranno a disposizione bonifici e addebiti diretti armonizzati.

In vista dell'ormai imminente scadenza per il completamento della migrazione agli strumenti paneuropei di pagamento e addebiti diretto SEPA Credit Transfer (SCT) e SEPA Direct Debit (SDD), il Comitato Nazionale per la Migrazione alla SEPA sollecita tutte le parti interessate - prestatori di servizi di pagamento, imprese, pubbliche amministrazioni - a intensificare le attivita' volte ad assicurare la preparazione del Paese a questo importante appuntamento.

In questo contesto, i partecipanti al Comitato Nazionale di Migrazione alla SEPA, concordano nel considerare di cruciale importanza per il Sistema Paese una migrazione tempestiva ed efficiente, e inoltre nell'invitare tutti i partecipanti coinvolti ad acquisire un'ulteriore maggiore consapevolezza dei cambiamenti in atto e predisporre quanto necessario per mantenere senza soluzione di continuita' la capacita' di disporre pagamenti e incassare fondi. Un contributo decisivo per raggiungere questi obiettivi puo' essere offerto anche da un persistente ruolo attivo sia delle associazioni di categoria degli utilizzatori di servizi di pagamento sia degli stessi prestatori nei riguardi della propria clientela, in modo che tutte le imprese, di ogni dimensione, siano in grado di garantire l' adeguamento ai nuovi prodotti entro i termini previsti.

La Presidenza del Comitato, unitamente al Ministero dell'Economia e delle Finanze e all'Agenzia per l'Italia Digitale, conferma l'impegno a supporto della migrazione di tutti gli operatori in essa coinvolti, nella consapevolezza che il pieno rispetto della end date del 1* febbraio 2014 e' un appuntamento ineludibile.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Roma
Roma, Antitrust avvia procedimento contro Atac sul servizio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni