domenica 04 dicembre | 09:34
pubblicato il 04/gen/2013 15:07

A2A: con termovalozizzatore Acerra prodotti 552 mln kWh nel 2012

A2A: con termovalozizzatore Acerra prodotti 552 mln kWh nel 2012

(ASCA) - Roma, 4 dic - Nel termovalorizzatore di Acerra sono state trattate 615 mila tonnellate di rifiuti nel corso del 2012 che hanno permesso di generare e immettere in rete 552 milioni di kilowattora di energia elettrica, pari al fabbisogno annuo di circa 200 mila famiglie. Lo rende noto A2A sottolineando che ''per il secondo anno consecutivo il termovalorizzatore di Acerra ha raggiunto in anticipo il 100% della sua capacita' produttiva, confermando gli elevati standard di efficienza raggiunti''.

''Confermate le ottime performance anche dal punto di vista ambientale - prosegue la societa' - i dati delle emissioni in atmosfera, infatti, hanno fatto registrare valori ampiamente al di sotto dei limiti imposti dalle normative europee e anche di quelli piu' stringenti fissati dall' Autorizzazione Integrata Ambientale che regolamenta il sito di Acerra''.

Grazie al funzionamento dell'impianto - gestito da A2A tramite la controllata Partenope Ambiente - e' stato possibile, inoltre, evitare l'emissione in atmosfera di circa 250 mila tonnellate di CO2 e l'utilizzo di circa 103 mila tonnellate di petrolio equivalente.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari