martedì 24 gennaio | 04:50
pubblicato il 18/mar/2016 10:08

3 per valutare Bce su nozze con Banco Popolare

Eurotower chiede piano industriale e bozza statuto entro 1 mese

3 per valutare Bce su nozze con Banco Popolare

Milano, 18 mar. (askanews) - Bpm convocherà il consiglio di gestione della banca "quanto prima e comunque non oltre il prossimo martedì 22 marzo" 2016 in relazione alla comunicazione ricevuta dalla Bce il 16 marzo scorso, nel contesto di interlocuzioni preliminari, sulla potenziale operazione di aggregazione tra Bpm e Banco Popolare. All'esito del consiglio di gestione, Bpm "provvederà a informare senza indugio il mercato".

Lo rende noto un comunicato stampa della popolare milanese, che, su richiesta della Consob, ha riportato quanto evidenziato dalla Bce.

In particolare, riferisce Bpm, la Banca centrale europea "ha richiesto alle parti di trasmettere alla stessa entro un mese un piano industriale pluriennale nonché bozza dello statuto della società risultante dalla potenziale operazione di fusione".

Stessa indicazione viene riportata anche in un comunicato-fotocopia diffuso dal Banco Popolare, che a sua volta prevede che sia convocato un proprio cda "quanto prima e comunque non oltre il 22 marzo".

La Bce, riferiscono entrambi i comunicati, "ha evidenziato che, qualora fosse realizzata l'operazione, la società risultante dalla fusione, che diverrebbe la terza banca del Paese, coerentemente con il ruolo che andrebbe a coprire nel mercato italiano, dovrebbe avere sin dall'inizio una forte posizione in termini di capitale e qualità degli asset, anche per il tramite di appropriate 'capital action'".

In relazione alla governance, aggiungono i comunicati di Bpm e Banco Popolare, Bce "ha indicato che il soggetto risultante dall'eventuale operazione di aggregazione dovrebbe tener conto delle migliori prassi volte ad assicurare una governance chiara ed efficiente, in particolare in relazione al funzionamento degli organi sociali (assemblea, consiglio di amministrazione e comitato esecutivo)".

Inoltre, "nell'ambito della potenziale operazione, non potrà essere previsto il rilascio di nuove licenze bancarie in relazione a soggetti diversi da quello risultante dalla potenziale operazione di aggregazione".

Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4