Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fca: welfare a 360 gradi, dai doni ai bambini a premi per studenti

colonna Sinistra
Giovedì 14 gennaio 2021 - 16:23

Fca: welfare a 360 gradi, dai doni ai bambini a premi per studenti

"Azienda sempre più vicina a esigenze dei lavoratori e famiglie"
Fca: welfare a 360 gradi, dai doni ai bambini a premi per studenti

Roma, 14 gen. (askanews) – Oltre 20mila doni a Natale ai figli dei dipendenti Fca fino ai 10 anni “ma anche premi complessivi per centinaia di migliaia di euro per quelli più grandi che si sono distinti l’anno scorso con risultati di eccellenza nelle scuole superiori o nello studio universitario”. Sono alcuni dei dati sull’attività di welfare di Fiat Chrysler in Italia nel 2020. L’impegno del gruppo, sottolinea Fca, “è molto più ampio e comprende iniziative per favorire il benessere del dipendente sul luogo di lavoro e nella vita privata con particolare riguardo ai temi della salute e dell’ambiente, iniziative a favore delle famiglie dei dipendenti e altre azioni dirette a migliorare la conciliazione tra tempi di lavoro e vita privata”.

In un anno di emergenza sanitaria legata alla pandemia “e di relativo remote working, il welfare e la comunicazione interna di Fca si sono dovuti adattare a nuove forme di dialogo con i dipendenti attraverso una rete di iniziative digitali che hanno permesso di mantenere la continuità e la tradizione degli eventi proposti in tanti anni di storia del gruppo”. Lo strumento ufficiale per coinvolgere i dipendenti nelle iniziative a essi rivolte è stata la nuova piattaforma chiamata The Hub, rinnovata a ottobre nei contenuti e nella veste grafica.

Attraverso The Hub “è stato possibile realizzare l’evento di Natale Bimbi e i dipendenti di tutti gli stabilimenti e uffici italiani hanno potuto anche quest’anno far felici i propri figli ritirando i doni nei luoghi di lavoro, evitando ogni tipo di assembramento grazie alla registrazione sul portale aziendale”. Per questa iniziativa “ideata per mantenere la lunga tradizione di un evento speciale dedicato ai più piccoli, sono stati consegnati circa 20mila doni ai figli dei dipendenti da 0 a 10 anni ed è stata un’occasione per far sentire l’azienda vicina alle persone”.

La piattaforma web inoltre “ha consentito ai ragazzi di cimentarsi ugualmente nei giochi attraverso l’iniziativa online ‘Giochi d’Istanti’ che ha permesso di stimolare la creatività e la manualità dei più piccoli creando momenti di divertimento per le famiglie. Tra le iniziative più apprezzate, quella dove i bambini sono stati invitati a sperimentare una prova di mobilità sostenibile in un percorso a punti”.

Sempre con la piattaforma The Hub è stato possibile realizzare l’evento “Sergio Marchionne Student achievement awards”, un’iniziativa che ha assegnato, “dall’anno della sua nascita nel 1996, circa 36mila contributi economici e borse di studio in tutto il mondo ai figli di dipendenti che abbiano raggiunto risultati di eccellenza nelle scuole superiori o nello studio universitario”. Dal 2018 il programma dei premi è stato intitolato all’ex-amministratore delegato di Fca scomparso nel luglio 2018 dopo oltre 14 anni di attività all’interno del gruppo. L’iniziativa, alla 25esima edizione, ha coinvolto i figli dei dipendenti di Fiat Chrysler e di Cnh Industrial.

In Italia sono stati assegnati nel 2020 riconoscimenti a 278 giovani per un totale di circa 640mila euro, “ma i premi vengono anche distribuiti in altri paesi del mondo come Belgio, Brasile, Canada, Cina, Francia, Messico, Polonia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti, Argentina, Germania, Serbia, India, Repubblica Ceca e Svizzera”.

L’evento di quest’anno si è svolto in due giornate in cui vincitori di questa edizione hanno messo alla prova il loro talento sfidandosi in un hackathon digitale sul tema “La scuola dei miei sogni”. È stata anche l’occasione quest’anno per lanciare la community LinkedIn Sergio Marchionne Alumni che riunisce i vincitori delle edizioni precedenti da tutto il mondo. L’iniziativa si è conclusa con uno speech di Fabiola Gianotti, direttrice del Cern, e l’intervista al presidente John Elkann con le domande poste dagli studenti.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su