Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Kaspersky: nel mondo un gamer su 10 ha subito un furto d’identità

colonna Sinistra
Lunedì 14 dicembre 2020 - 16:29

Kaspersky: nel mondo un gamer su 10 ha subito un furto d’identità

Ammontare 'furto' del valore di 347 mld Usd
Kaspersky: nel mondo un gamer su 10 ha subito un furto d’identità

Roma, 14 dic. (askanews) – Più di un videogiocatore su dieci (12%, circa 179 milioni di persone) ha subito un furto d’identità o di oggetti di valore virtuali guadagnati durante il gioco, per un valore totale di 347 miliardi di dollari in tutto il mondo. Questi dati sono il risultato di una ricerca commissionata da Kaspersky sulla base dei quali l’azienda ha creato una lista di semplici consigli su come evitare questi e altri problemi durante le sessioni di gioco online.

La ricerca commissionata da Kaspersky e condotta da Savanta nel novembre 2020, informa una nota, ha analizzato il gaming nel 2020. Secondo quanto dichiarato dai 5.031 gamer intervistati in 17 Paesi nel mondo, quasi un quinto (19%) dei giocatori è stato vittima di bullismo durante il gioco. Questa tendenza preoccupante è maggiormente diffusa in Russia (44%), Arabia Saudita (27%), Turchia (28%) e Stati Uniti (27%).

Addirittura un terzo dei gamer (33%, 491 milioni nel mondo) è stato ingannato. Tutte queste esperienze negative causano ansia e stress al 31% degli intervistati. Questo dato diventa ancora più scoraggiante se si considera che la maggior parte di loro (62%) gioca per scaricare lo stress, per divertirsi (62%) e per fare amicizia o trascorre del tempo con i propri amici (46%).

Andrew Winton, Vice President of Marketing presso Kaspersky, ha dichiarato: “Quando si usano i videogiochi, è importante evitare o imparare a gestire bulli, imbroglioni e hacker. Essere consapevoli significa correre meno rischi e potersi concentrare solo sul piacere di giocare”.

Kaspersky suggerisce sette accorgimenti per proteggersi il più possibile quando si gioca online: 1. Acquistare solo da venditori ufficiali Acquistare giochi per PC sempre da piattaforme note come Steam e GOG.com o dai siti ufficiali degli sviluppatori. 2. Risparmiare in maniera intelligente Gli store ufficiali spesso offrono sconti incredibili o addirittura giochi gratuiti. Tuttavia molte delle offerte che arrivano via e-mail sono truffe. Si consiglia quindi di controllare sul sito web dello sviluppatore o dello store se lo sconto viene menzionato, in caso contrario, l’offerta non è reale. 3. Controllare la politica di reso Prima di effettuare l’acquisto, informarsi sulle politiche di reso dello store nei casi in cui un gioco non sia gradito o non funzioni correttamente sul proprio computer. 4. Usare una carta di pagamento dedicata allo shopping online Evitare di utilizzare la carta di pagamento nella quale sono conservati tutti i propri risparmi. È consigliabile prendere una carta di debito per lo shopping online e ricaricarla quando necessario. In questo modo, si impedirà ai truffatori di rubare molto denaro. 5. Utilizzare una connessione sicura Si consiglia di accedere ai siti di e-commerce solo dalla propria abitazione, avendo adeguatamente protetto la rete domestica e utilizzando prodotti come Kaspersky VPN Secure Connection. 6. Proteggere i propri account Proteggere i propri account su Steam e Battle.net e su qualsiasi social network utilizzato per accedere ai gaming store online. In ogni caso, è sconsigliato utilizzare gli account dei social network per accedere ad altri siti. 7. Proteggere i dispositivi utilizzati Anche i computer, gli smartphone e i tablet utilizzati per il gioco hanno bisogno di protezione. Una soluzione affidabile come Kaspersky Security Cloud blocca i siti web fraudolenti e i malware inviando alert nei casi in cui vengono riscontrati problemi di sicurezza e, contrariamente a quanto si possa pensare, non rallenta l’esperienza di gioco. La modalità di gioco che troverete nelle moderne soluzioni di sicurezza informatica si attiva automaticamente quando si gioca a schermo intero.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su