Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • “400 milioni per il rinnovo dei contratti della Pa”

colonna Sinistra
Domenica 18 ottobre 2020 - 12:56

“400 milioni per il rinnovo dei contratti della Pa”

Lo ha detto la ministra Dadone
“400 milioni per il rinnovo dei contratti della Pa”

Roma, 18 ott. (askanews) – I lavoratori “sono la prima risorsa della pubblica amministrazione del futuro”. Lo afferma la ministra Fabiana Dadone, in un post su Facebook, dove tiene a sottolineare che i 4 miliardi in più previsti nella manovra per il rinnovo triennale dei contratti del pubblico impiego portano la cifra complessiva a regime a 3,8 miliardi di euro e costituiscono una “dote robusta”.

“In una manovra 2021 da 40 miliardi che risponde in modo robusto all’emergenza Covid e nel frattempo contribuisce a rafforzare l’Italia che uscirà dalla pandemia, Governo e Funzione pubblica mettono altri 400 milioni di euro a disposizione del rinnovo triennale dei contratti per il pubblico impiego – afferma Dadone su Facebook – La cifra a regime, a questo punto, raggiunge i 3,8 miliardi. Un risultato che sarebbe ragguardevole in tempi normali rappresenta nel frangente storico attuale un impegno oggettivamente grandissimo a beneficio della valorizzazione del personale della Pa, chiamato alla sfida di traghettare la macchina dello Stato oltre l’emergenza e verso un ruolo di stimolo all’innovazione e di sostegno al rilancio del Paese”.

“Una dote finanziaria così robusta non può che costituire un’ottima base di partenza per la discussione con le rappresentanze sindacali: i lavoratori pubblici sono la prima risorsa che abbiamo e su cui dobbiamo puntare per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti in termini di digitalizzazione, reingegnerizzazione dei processi, aumento della produttività, semplificazione e, in definitiva, per una Pa sempre più capace di mettere al centro il servizio ai cittadini”, conclude Dadone.

Cos/Int2

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su