Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Gruppo Tea sceglie Userbot per tracciare futuro IA

colonna Sinistra
Venerdì 16 ottobre 2020 - 11:24

Gruppo Tea sceglie Userbot per tracciare futuro IA

Importante percorso di crescita digitale
Gruppo Tea sceglie Userbot per tracciare futuro IA

Roma, 16 ott. (askanews) – Un numero sempre più crescente di aziende si stanno avviando verso un processo di digitalizzazione decisamente significativo. Non è da meno, in questo senso Gruppo Tea, importante realtà, con sede a Mantova, che si occupa della gestione di servizi pubblici nei settori dell’energia, dell’acqua e dell’ambiente, il tutto volto a diffondere una cultura basata sulla responsabilità sociale e ambientale. Nell’epoca post-lockdown in tanti hanno reinventato il proprio modello di business, dotandosi di sistemi tecnologici e implementando nuovi processi per semplificare il rapporto con i consumatori. A questo risponde Userbot, startup di riferimento nel campo dell’Intelligenza Artificiale che fornisce un innovativo servizio di chatbot intelligente con un’alta capacità di apprendimento che impara, di volta in volta, dalle domande e dalle conversazioni che vengono svolte con gli utenti finali.

Queste due realtà stanno intraprendendo un importante percorso di “crescita digitale” che consentirà a Gruppo Tea di integrare un modello innovativo incentrato sulle nuove tecnologie. «Siamo entusiasti di accompagnare Gruppo Tea nel suo processo di innovazione – afferma Antonio Giarrusso, Founder & CEO di Userbot -. Nell’era del COVID la comunicazione tra aziende e consumatori è radicalmente cambiata, ed è proprio in questa fase che i sistemi automatici basati su Intelligenza Artificiale possono fare la differenza per efficientare i processi interni e soddisfare le nuove esigenze dei consumatori, ottenendo un notevole vantaggio competitivo.»

Non a caso, la società multiservizi di Mantova ha scelto Userbot per le sue caratteristiche tecniche e la facilità d’uso: sistemi semplici e veloci in grado di risolvere problematiche d’integrazione di varia natura che hanno permesso di sviluppare Altea, la prima collaboratrice virtuale a supporto dell’assistenza tecnica interna. “Fin da subito è nato un feeling significativo con Tea: questo ha agevolato il corretto sviluppo del progetto e semplificato la fluidità dello sviluppo dello stesso. Ed è con questo spirito che siamo sicuri di portare avanti tante altre novità insieme”, conclude Niccolò Bianchini, Account Manager di Userbot.

Andrea Cobelli, Direttore Innovazione, Sistemi Informativi e Tecnologie del Gruppo mantovano ha commentato alcuni aspetti legati ai vantaggi della digitalizzazione in epoca Covid, alla partnership con Userbot e ai risvolti futuri dovuti all’implementazione dell’Intelligenza Artificiale: Quanto è importante oggi, soprattutto durante l’epoca Covid-19, intraprendere nuove opportunità per migliorare il proprio modello di business? “La rapida diffusione della pandemia ha chiaramente ridisegnato il futuro con una velocità che non ci si aspettava. L’accelerazione – per chi lavora nell’ICT – è stata una grande opportunità per ri-tracciare le traiettorie strategiche a medio termine, ricevendone il supporto ai business, spingendo ancor più sul piano di digitalizzazione disegnato dal nostro Amministratore Delegato e, per quanto ci riguarda, per spingere sulla continuità operativa , nonché, indirettamente sul cloud”. Come vi sta aiutando un supporto di Intelligenza Artificiale? “La sperimentazione sull’uso dell’intelligenza Artificiale ci sta portando in una nuova era; un livello in cui possiamo farci aiutare da meccanismi “intelligenti” di automazione per liberare la mente degli umani per attività di maggior valore. Con il progetto Altea, così come con progetti di Robotic Process Automation e di Machine Learning per l’analisi del linguaggio naturale delle richieste di assistenza, riusciamo a garantire ai nostri clienti interni e, per il futuro, esterni, una tempestività di servizio, una riduzione degli errori e un efficientamento del processo”. Al riguardo, Matteo Malvicini, Innovation Project Manager di Tea, precisa: “Il progetto con Userbot mira a portare avanti il miglioramento del lavoro quotidiano delle persone in azienda e creare fiducia nei processi automatizzati. Il nostro obiettivo è agire sui comportamenti quotidiani delle persone, aiutandoli ad usare sempre più meglio le tecnologie disponibili. Siamo soddisfatti del prodotto Userbot e con il team dedicato si è creata un’ottima sintonia che ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo”. Quali sono i risvolti che il vostro settore può trovare nella digitalizzazione? “Sicuramente – prosegue Cobelli – la digitalizzazione può portare alla creazione di una più diffusa cultura dell’innovazione , che si traduce anche in una migliore soddisfazione del cliente finale e riduzione dei tempi di servizio. Inoltre la digitalizzazione ti permette di avere dati e documenti immediatamente reperibili, di puntare ad una proattività verso soluzioni e risultati duraturi, senza dimenticare sostenibilità e maggiore efficienza anche per gli aspetti ambientali”.

Quali sono i prossimi obiettivi aziendali? “Primariamente dare corso alle linee guida delineate dal nostro AD, Mario Barozzi, tese a creare valore per tutti i portatori di interesse attraverso una crescita che dovrà essere perseguita grazie all’implementazione di leve di efficienza, innovazione, agilità ed eccellenza. Non ci vogliamo porre limiti nell’adozione di tecnologia (telecontrollo, telegestione, intelligenza artificiale, robotica, ecc…) in quanto crediamo sia alla base per costruire il nostro futuro. Abbiamo scelto tecnologie moderne, in cloud, per processi interni e per gli attori esterni, puntando ad aumentare la nostra efficacia verso i clienti”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su