Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Uber Black arriva a Bologna, al via il servizio di “auto nere”

colonna Sinistra
Mercoledì 14 ottobre 2020 - 17:59

Uber Black arriva a Bologna, al via il servizio di “auto nere”

Accordo con Cosepuri. La app ora attiva in cinque città italiane
Uber Black arriva a Bologna, al via il servizio di “auto nere”

Roma, 14 ott. (askanews) – Il servizio di mobilità Uber Black arriva anche a Bologna. Dopo Milano e Roma, dove il servizio è sbarcato nel 2013, il capoluogo emiliano è ora la terza città dove grazie alla app Uber ci si potrà spostare con le “auto nere”. Salgono così a quota cinque le città italiane in cui Uber è attiva con servizi per la mobilità: Uber Black è disponibile a Roma, Milano e Bologna, mentre Uber Taxi a Torino e Napoli.

L’arrivo di Uber Black a Bologna, spiega la società californiana, “rappresenta un’ulteriore opportunità di mobilità, a fronte della sempre crescente domanda di nuove opzioni di viaggio all’interno del sistema di mobilità urbano. Nel 2020 la app di Uber è stata aperta quasi 45mila volte a Bologna per verificare la disponibilità di corse in città”.

Grazie all’accordo con Cosepuri, consorzio di imprese qualificate che opera dal 1972 nei settori noleggio auto e bus con conducente, trasporto merci e autolinee, le auto Ncc di Cosepuri da oggi sono disponibili sull’app Uber.

“Con l’arrivo del nostro servizio Black a Bologna – sottolinea il responsabile di Uber in Italia, Lorenzo Pireddu – facciamo un altro importante passo nel percorso di ampliamento dell’offerta dei nostri prodotti e servizi in Italia. Continueremo a lavorare per proporre, in sempre più città italiane, la nostra piattaforma di mobilità multimodale in modo che sempre più persone possano organizzare i loro spostamenti direttamente dalla nostra applicazione. Per perseguire questo ambizioso obiettivo, continueremo a collaborare con le istituzioni e tutti gli operatori di trasporto nelle città (Ncc, taxi, trasporto pubblico e micromobilità) per costruire un futuro di multimodalità veramente efficiente”.

“Siamo consapevoli – aggiunge il presidente di Cosepuri, Gino Onofri – che ci sia qualcuno che non vede di buon occhio l’arrivo di Uber anche nella nostra città. Ma come ha giustamente sottolineato qualche giorno fa il sindaco di Bologna Merola, si sapeva che prima o poi sarebbe successo e che l’aggregazione sarebbe stata fondamentale. Abbiamo voluto raccogliere la sfida presentata da una piattaforma tecnologica all’avanguardia con l’intento di incrementare il nostro business e crediamo che questa partnership porterà delle soddisfazioni per tutti. L’alleanza tra Cosepuri e Uber ha lo scopo di sancire una collaborazione basata sul rispetto delle regole e della dignità del lavoro e sulla definizione congiunta di condizioni normative e tariffarie”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su