Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Easypol supera 10 mln di transato totale e guarda a home banking

colonna Sinistra
Mercoledì 23 settembre 2020 - 14:01

Easypol supera 10 mln di transato totale e guarda a home banking

Start up pensa a gestione risparmi e conti correnti
Easypol supera 10 mln di transato totale e guarda a home banking

Roma, 23 set. (askanews) – Per molte aziende il 2020 passerà alla storia come annus horribilis e tanto più per quegli imprenditori che, scommettendo su un nuovo modello di business proprio adesso, hanno deciso di intraprendere una strada il cui esito è, per definizione, totalmente incerto anche in condizioni di mercato ritenute “normali”.

Molte, ma non tutte, come dimostra il caso di EasyPol (easypol.io), startup lanciata ufficialmente a novembre del 2019, poco prima dell’avvento della pandemia da Covid-19. Oggi, dopo appena 11 mesi di attività, la start-up romana guidata da Matteo Preziotti, CEO e Founder di EasyPol, insieme al suo team, taglia un traguardo da molti ritenuto impossibile.

Specializzata nei pagamenti digitali di tributi e avvisi PagoPa, EasyPol ha, infatti, superato in questi giorni la soglia dei 10 milioni di Euro di transato complessivo, passati attraverso la sua app/web-app verso le casse della pubblica amministrazione.

Un percorso, accelerato indubbiamente dal lockdown e dalla necessità di ricorrere a metodi alternativi – e più sicuri – di pagamento verso la PA che non accenna a diminuire, come confermato anche dai 230.000 utenti attivi (con un growth rate settimanale del 7%), che ormai prediligono la strada di una maggiore digitalizzazione del rapporto tra cittadini e Istituzioni.

“Ci avevano detto che sarebbe stato impossibile ma oggi, grazie alla nostra piattaforma, gli utenti possono effettuare pagamenti verso tutti i 22mila enti della PA. Si possono pagare tasse come TARI, TASI, ma anche le multe, il bollo e perfino gli ordini professionali”, così Matteo Preziotti che aggiunge: “Oggi, ogni business con un unico canale di entrata è a rischio. Per questo motivo, forti della nuova direttiva europea PSD2 in materia di banking e fintech, EasyPol si avvia verso un percorso evolutivo che, entro dicembre, vedrà la nascita di tutta una serie di ulteriori servizi a partire da gestione dei risparmi, conti correnti e pacchetti finanziari. Un’unica suite per la gestione finanziaria di famiglie, professionisti ed aziende”.

Una crescita, quella di EasyPol, che oltre ad aver sfondato la soglia “psicologica” dei 10 mil/€ di transato complessivo e del nuovo percorso di business annunciato, conta anche la partecipazione al sesto batch di Hubble,programma di accelerazione promosso da Nana Bianca, Fondazione CR Firenze e la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione dell’Università degli Studi di Firenze, oltre alla partnership operativa con Salt Edge, multinazionale attiva nel settore fintech finalizzata all’ulteriore sviluppo della piattaforma EasyPol e al suo Osservatorio interno dedicato all’analisi dei trend legati ai pagamenti digitali in Italia.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su