Header Top
Logo
Mercoledì 30 Settembre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Chianti Classico, ‘Vino al Vino’ per vivere la bio-territorialità

colonna Sinistra
Venerdì 11 settembre 2020 - 18:04

Chianti Classico, ‘Vino al Vino’ per vivere la bio-territorialità

Un'edizione speciale il 19 e 20 settembre
Chianti Classico, ‘Vino al Vino’ per vivere la bio-territorialità

Roma, 11 set. (askanews) – A Panzano in Chianti sabato 19 e domenica 20 Settembre, dalle 10 alle 18 i produttori dell’Unione Viticoltori accoglieranno i winelovers per degustare l’eccellenza panzanese…direttamente nelle aziende! Nei molti incontri dell’Unione Viticoltori di Panzano in Chianti, ci siamo confrontati con sincerità e condivisione d’intenti, abbiamo sollevato dubbi e ci siamo posti quesiti, fino a cogliere il valore più profondo della nostra decisione: Si, “Vino al Vino 2020” ci sarà e ne siamo orgogliosi.

Dal 1995, ormai 25 anni fa, il mese di settembre consolida il rapporto tra abitanti e produttori vinicoli di Panzano in Chianti, accomunati dal raccontare al visitatore la bellezza di questa terra che definiamo – con vanto – “nostra”. Un invito a scoprire l’eccezionale unicità del Chianti Classico che si riscopre nel degustare un bicchiere di buon vino e nel respirare l’aria di un lifestyle dai contenuti “slow”, all’insegna della qualità.

“Vino al Vino”, in questo 2020 segnato dalle incertezze, è la tradizione che resiste: le 22 aziende dell’Unione Viticoltori apriranno le proprie porte per accogliervi in un’edizione itinerante della manifestazione, pensata nel rispetto della salute pubblica e delle disposizioni vigenti in materia anti-Covid.

Il visitatore raggiungerà Piazza Bucciarelli di Panzano in Chianti dove troverà, a differenza degli altri anni, un unico stand: qui acquisterà il calice di “Vino al Vino 2020” e riceverà ogni informazione necessaria per partire, con il proprio mezzo, alla volta delle aziende locali e degustare vini Chianti Classico in versione Annata, Riserva, Gran Selezione e vini IGT.

Una mappa con degli itinerari suggeriti, il bicchiere con il logo dell’Unione per accedere gratuitamente alle degustazioni , saranno il bagaglio di viaggio per vivere un tour esperienziale che pone al centro il fattore umano: entrare nelle aziende sarà l’opportunità per confrontarsi direttamente con i produttori, per conoscere come e dove nasce il nostro vino realizzato nel rispetto di un ambiente eterogeneo ed unico. Per ammirare il nostro paesaggio senza doverlo immaginare. Per immergersi nella “Bio-Territorialità” che contraddistingue Panzano in Chianti, circondato tra vigne allevate per il 90% secondo i criteri della viticoltura biologica.

Le aziende vitivinicole di Panzano in Chianti che costituiscono l’Unione Viticoltori sono: Cafaggio, Casaloste, Candialle (non parteciperà alla manifestazione), Castello dei Rampolla, Casenuove, Cennatoio, Fontodi, Il Molino di Grace, Il Palagio, La Massa, La Quercia, Le Cinciole, Le Fonti, Monte Bernardi, Rignana, Panzanello, L’Orcio e Ca di Pesa, Renzo Marinai, Tenuta degli Dei, Vecchie Terre di Montefili, Vignole, Vallone di Cecione.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su