Header Top
Logo
Mercoledì 30 Settembre 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Al via Milano Unica, Di Maio: grande orgoglio, segnale di ripresa

colonna Sinistra
Martedì 8 settembre 2020 - 19:27

Al via Milano Unica, Di Maio: grande orgoglio, segnale di ripresa

Primo grande Salone della filiera della moda dopo crisi sanitaria
Al via Milano Unica, Di Maio: grande orgoglio, segnale di ripresa

Milano, 8 set. (askanews) – Milano Unica, il primo grande Salone della filiera moda dopo la crisi sanitaria “è un grande orgoglio, un segnale di speranza, di ripartenza e di volontà di ripresa”. Parole del ministro degli Esteri Luigi Di Maio che ha partecipato con il presidente di Confindustria e Fiera Milano, Carlo Bonomi, all’inaugurazione della 31ma edizione della Fiera del Tessile e accessori per abbigliamento a Fieramilano Rho, dove sono presenti 207 aziende espositrici, di cui 171 italiane e 36 straniere. “Non era scontato vedere tutte queste imprese, anche straniere. Un applauso e un grazie per il coraggio e la capacità”, ha aggiunto Di Maio che ha annunciato la “volontà di lavorare insieme” per il rilancio del comparto della moda che ha subito “gravi perdite, in particolare sull’export”. Il comparto moda, ha ricordato ancora il ministro degli Esteri, “è importantissimo, rappresenta il terzo comparto manifatturiero italiano e avrà un asse di promozione specifico”, grazie all’aiuto degli enti di internazionalizzazione Ice, Sace e Simest, passati sotto il controllo del ministero dell’Economia con l’obiettivo di “diventare la casa delle imprese italiane” che puntano all’internazionalizzazione.

Di “un importante segnale di ripartenza”, ha parlato anche Alessandro Barberis Canonico presidente di Milano Unica ricordando che il tessile-abbigliamento rappresenta “un settore significativa con 11mila aziende del tessile e filati, oltre 64.000 se si considera l’intera filiera, 18mila addetti e 20 miliardi di fatturato con un saldo della bilancia commerciale positivo per 3,2 miliardi”. Quest’anno i numeri saranno sicuramente in calo ma “dai Paesi asiatici sembra che ci siano segnali di ripartenza. Speriamo si estenda ad altri Paesi, in Europa e negli Usa. Bisogna adottare una prospettiva di lungo periodo e continuare ad investire nell’attività fieristica”, ha aggiunto Canonico.

“Riaprire le fiere è un passaggio vitale, ma la ripartenza è possibile solo con una logica di sistema e ripartendo dal Tavolo della Moda”, ha affermato il presidente di Confindustria Moda Cirillo Marcolin ricordando che il comparto è primo per il saldo della bilancia commerciale, con +30 miliardi di euro. Milano Unica resterà aperta fino al 9 settembre.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su