Header Top
Logo
Domenica 9 Agosto 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Tlc, rinnovato il consiglio generale di Asstel

colonna Sinistra
Giovedì 25 giugno 2020 - 20:27

Tlc, rinnovato il consiglio generale di Asstel

Eletti 16 componenti che si aggiungono agli 11 di diritto
Tlc, rinnovato il consiglio generale di Asstel

Roma, 25 giu. (askanews) – L’assemblea di Asstel, l’associazione di rappresentanza industriale della filiera delle telecomunicazioni, ha eletto i componenti del consiglio generale per il biennio 2020-2022.

I nuovi componenti sono Guido Barbieri (Ei Towers), Roberto Basso (Wind Tre), Ilaria Dalla Riva (Vodafone), Luigi De Vecchis (Huawei), Paolo Faieta (Tiscali), Giovanni Ferigo (Inwit), Angela Gargani (Tim), Gianluca Gemma (Transcom), Gianluca Landolina (Cellnex), Aldo Mancino (Rai Way), Matteo Melchiorri (Fastweb), Giovanni Orestano (Abramo Customer Care), Diego Pisa (In & Out), Davide Rota (Linkem), Salvatore Turrisi (Sielte), Antonio Turroni (Covisian).

Completano la composizione del consiglio generale il presidente di Asstel, Pietro Guindani (Vodafone), e i nove vicepresidenti Andrea Antonelli (Almaviva Contact), Aldo Bisio (Vodafone), Andrea Bono (Bt Italia), Alberto Calcagno (Fastweb), Massimo Canturi (Comdata), Jeffrey Hedberg (Wind Tre), Emanuele Iannetti (Ericsson Telecomunicazioni), Alessandro Picardi (Tim), Elisabetta Ripa (Open Fiber) e il past president Cesare Avenia.

“I migliori auguri di buon lavoro – ha detto Guindani – vanno ai rappresentanti del consiglio generale, che si arricchisce grazie all’ingresso di nuove imprese nell’associazione. Le reti di telecomunicazione sono state, negli ultimi mesi di emergenza che abbiamo vissuto, la spina dorsale dell’Italia su cui abbiamo riversato tutta la nostra vita: professionale, sociale, familiare. Per questo è importante avere una filiera sempre più rappresentativa e capace di rispondere in modo responsabile, veloce e con impegno a beneficio del paese. Da qui dobbiamo ripartire per proseguire con la promozione della cultura digitale e lo sviluppo di nuove tecnologie, a partire dal 5G”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su