Header Top
Logo
Domenica 9 Agosto 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • OfficinaMps sceglie Ethymo per iniziativa dedicata a open banking

colonna Sinistra
Giovedì 14 maggio 2020 - 16:04

OfficinaMps sceglie Ethymo per iniziativa dedicata a open banking

"Intelligenza artificiale utile alla banca anche per la pandemia"
OfficinaMps sceglie Ethymo per iniziativa dedicata a open banking

Roma, 14 mag. (askanews) – È Ethymo, ideato dalla startup Firedesktop, il progetto scelto nel quadro dell’iniziativa sull’open banking di OfficinaMps, il laboratorio permanente di Banca Mps, sviluppato in collaborazione con Accenture e dedicato all’innovazione. Ethymo è un software “che sfrutta l’intelligenza artificiale in grado di individuare, interpretare e rendere disponibili, in tempo reale, le informazioni contenute all’interno degli archivi documentali, automatizzando ed efficientando i processi aziendali”.

Un progetto, spiega la banca senese, “che risponde alle esigenze di Mps anche per la gestione dell’emergenza coronavirus e selezionato perchè in grado di semplificare e accelerare, fra l’altro, anche il recepimento delle richieste di agevolazione finanziaria in questo momento di difficoltà”. La startup, selezionata fra otto finaliste, “inizierà nel corso dei prossimi mesi la sua collaborazione con la banca per migliorare i processi aziendali implementandoli con il suo progetto”.

Ethymo è un software di gestione dei dati “in grado di leggere, recuperare e classificare le informazioni presenti nei documenti, da quelli anagrafici fino a quelli reddituali. Può individuare inoltre la documentazione necessaria per accelerare il completamento delle pratiche in corso, facilitare la verifica della conformità ma anche automatizzare lo smistamento delle comunicazioni che avvengono tramite le caselle di posta elettronica centralizzate (Pec) attribuendole al fascicolo corretto”.

“Grazie a queste caratteristiche – aggiunge il Montepaschi – il progetto è risultato funzionale anche alle esigenze di Banca Mps per la gestione dell’emergenza Covid-19. Il software sarà usato infatti per automatizzare le richieste di finanziamento permettendo di ridurre la presenza in filiale dei clienti, di minimizzare i rischi operativi dovuti all’errata compilazione dei documenti, di implementare il controllo dei moduli caricati nel dossier digitale permettendo quindi di velocizzare il processo di lavorazione delle pratiche”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su