Header Top
Logo
Sabato 6 Giugno 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Realacci (Symbola): Ambiente al centro per affrontare crisi Covid

colonna Sinistra
Mercoledì 22 aprile 2020 - 11:00

Realacci (Symbola): Ambiente al centro per affrontare crisi Covid

Manifesto Assisi guida per economia e società più a misura d'uomo
Realacci (Symbola): Ambiente al centro per affrontare crisi Covid

Roma, 22 apr. (askanews) – “In occasione della Giornata della Terra (Earth Day) è importante ricordare uno dei paragrafi più importanti e coraggiosi della Laudato Sì: “la finanza soffoca l’economia reale. Non si è imparata la lezione della crisi finanziaria mondiale e con molta lentezza si impara quella del deterioramento ambientale.” Un rischio che si corre anche di fronte alla tempesta del Coronavirus. Esistono le condizioni perché questo non accada, perché con responsabilità e concretezza si imbocchi una strada nuova, perché “non c’è nulla di sbagliato in Italia che non possa essere corretto con quanto di giusto c’è in Italia”. Per affrontare la sfida che ci attende oltre a un imponente intervento pubblico e ad un pieno coinvolgimento del terzo settore, serve una efficace partecipazione di persone e imprese allo sforzo comune”.

Lo ha dichiarato Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola, in occasione della Giornata della Terra (Earth Day).

“Già prima della crisi covid – prosegue Realacci – oltre 432.000 imprese italiane dell’industria e dei servizi con dipendenti hanno investito nel periodo 2015-2018, come si legge nel rapporto GreenItaly di Symbola e Unioncamere, in prodotti e tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2. Nel 2018 il numero dei green jobs in Italia ha superato la soglia dei 3 milioni: il 13,4% del totale dell’occupazione complessiva. Come dimostra una recente ricerca dell’Università di Oxford e della School of Entreprise and Environment, l’Italia, assieme a Cina, Stati Uniti e Regno Unito, è tra i paesi che potrebbero “vincere alla grande nella transizione globale verso un’economia green nei prossimi decenni” come dimostra una recente ricerca dell’Università di Oxford e della School of Entreprise and Environment. L’Italia sarebbe addirittura prima come potenziale. Difendere l’ambiente e affrontare con coraggio la crisi climatica non è solo necessario ma rappresenta una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro come affermiamo nel Manifesto di Assisi”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su