Header Top
Logo
Venerdì 21 Febbraio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Pensioni, 6,4 milioni di pensionati ricevono meno di 1.000 euro

colonna Sinistra
Mercoledì 12 febbraio 2020 - 14:06

Pensioni, 6,4 milioni di pensionati ricevono meno di 1.000 euro

Singoli assegni 14,9 mln ma in media se ne percepiscono 1,4
Pensioni, 6,4 milioni di pensionati ricevono meno di 1.000 euro

Roma, 12 feb. (askanews) – Sono circa 6,4 milioni i pensionati che ricevono prestazioni pensionistiche sotto i mille euro circa il 40% del totale. Mentre i singoli assegni sotto i mille euro sono circa 14,9 milioni, pari al 65,4% delle prestazioni in pagamento. Questo perchè in media, ogni pensionato percepisce 1,424 assegni, quasi una pensione e mezza ciascuno.

E’ quanto emerge dai dati 2018 raccolti dal Casellario Centrale dei pensionati INPS ed elaborati dal Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali nel Settimo Rapporto sul Bilancio del Sistema Previdenziale italiano.

Nel dettaglio, nel 2018 il 67,2% dei pensionati percepisce 1 prestazione, il 24,8% dei pensionati percepisce 2 prestazioni, il 6,7% 3 prestazioni e l’1,3% 4 o più prestazioni.

Nel 2018 su un totale di 22.785.711 prestazioni erogate, quelle di importo fino a una volta il minimo (507,42 euro mensili) sono poco meno di 7,9 milioni, ma i pensionati che poi ricevono effettivamente un reddito pensionistico fino a una volta il minimo sono circa 2,3 milioni su 16 milioni di pensionati totali. Anche alla successiva classe di importo (da 507,43 euro a 1.014,84 euro lordi mensili) appartengono circa 6,99 milioni di prestazioni, ma ne beneficiano solo 4,15 milioni di pensionati.

“È certamente vero che le singole prestazioni sotto i mille euro sono circa 14,9 milioni, pari al 65,4% delle pensioni in pagamento, ma i pensionati che le ricevono – spiega il Professor Alberto Brambilla, Presidente del Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali – sono circa 6,4 milioni, ovvero il 40,8% del totale pensionati, peraltro quasi tutti con pensioni in tutto o in parte assistenziali, ossia senza contribuzione o integrate al minimo. Si tratta quindi di soggetti che nella loro vita attiva hanno versato pochi o zero contributi (e parallelamente poche o nessuna imposta) e che sono a carico della collettività”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su