Header Top
Logo
Domenica 23 Febbraio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Eni accelera su digitalizzazione e avvia il supercalcolatore HPC5

colonna Sinistra
Giovedì 6 febbraio 2020 - 15:00

Eni accelera su digitalizzazione e avvia il supercalcolatore HPC5

Supercomputer più potente al mondo in ambito industriale
Eni accelera su digitalizzazione e avvia il supercalcolatore HPC5

Ferrera Erbognone (Pv), 6 feb. (askanews) – Eni avvia il supercalcolatore HPC5, ovvero la quinta evoluzione di High Performance Computing, il più potente al mondo in ambito industriale. Il supercomputer, ospitato nel Green Data Center del gruppo di Ferrera Erbognone, accelera la transizione di Eni verso le energie del futuro.

“Oggi inauguriamo un’infrastruttura di supercalcolo dalle caratteristiche uniche al mondo in ambito industriale, in grado di potenziare e perfezionare ancora i più complessi processi aziendali a supporto delle attività delle persone Eni, accelerando il nostro processo di digitalizzazione e trasformazione”, ha commentato l’Ad Claudio Descalzi. “E’ un momento importante nel percorso di transizione energetica. E’ un ulteriore passo avanti verso il traguardo globale che condividiamo con i partner tecnologici e di ricerca: rendere le energie di domani una realtà sempre più vicina”.

Il nuovo supercalcolatore affianca il sistema precedente (HPC4) triplicandone la potenza di calcolo da 18 a 52 PetaFlop/s, vale a dire 52 milioni di miliardi di operazioni matematiche svolte in un secondo, permettendo all’ecosistema di supercalcolo Eni di raggiungere una potenza di picco totale pari a 70 PetaFlop/s. HPC5 diventa di fatto l’infrastruttura di supercalcolo dedicata al supporto di attività industriali più potente al mondo e porta l’azienda a superare un altro traguardo nel processo di digitalizzazione.

Nuove figure come geologi, informatici e data scientist di Eni potranno così beneficiare di uno strumento innovativo per migliorare l’analisi dei dati. L’aumento della velocità di calcolo consente di raffinare ulteriormente i processi di lavoro e di raggiungere importanti obiettivi come maggiore sicurezza sugli impianti, migliori performance e migliore pianificazione dei pozzi.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su