Header Top
Logo
Mercoledì 20 Novembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Consumatori e aziende per il Manifesto per l’energia del futuro

colonna Sinistra
Mercoledì 6 novembre 2019 - 18:21

Consumatori e aziende per il Manifesto per l’energia del futuro

Sostegno all'azione dell'Arera
Consumatori e aziende per il Manifesto per l’energia del futuro

Roma, 6 nov. (askanews) – Associazioni dei consumatori e aziende del manifesto per l’energia del futuro supportano una completa e rapida liberalizzazione del mercato e sostengono l’azione dell’ARERA per accompagnare il consumatore in un mercato pienamente libero.

Le Associazioni dei Consumatori e le Aziende aderenti al Manifesto hanno risposto al processo di consultazione dell’ARERA, conclusosi ieri, relativamente agli obiettivi che il Regolatore intende raggiungere e offrendo le proprie considerazioni rispetto ai meccanismi di dettaglio ipotizzati per il loro raggiungimento.

I tempi per il completamento del percorso verso la piena liberalizzazione dal 1° luglio 2020 sono sempre più stretti. In questo senso il Manifesto sostiene con forza la necessità di una rapida adozione di misure concrete che possano accompagnare in modo efficace, equilibrato e trasparente il consumatore nell’ingresso al mercato libero.

Le 9 Associazioni dei consumatori e le 5 aziende del Manifesto – Adiconsum, Altroconsumo, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento a difesa del Cittadino, Udicon, Associazione Utenti Dei Servizi Radiotelevisivi, Edison, Engie, E.ON, Illumia e Sorgenia – ritengono che la piena apertura del mercato costituirà per tutti i consumatori una reale opportunità in termini di risparmio, innovazione e consumo più responsabile.

La maggiore competitività del mercato dell’energia darà vita a un processo virtuoso che stimolerà gli investimenti, rendendo più convenienti e innovative le offerte e i servizi e assicurando ai consumatori prezzi più competitivi e servizi più efficienti, mantenendo la massima attenzione verso i consumatori più vulnerabili.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su