Header Top
Logo
Lunedì 14 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Campari acquista i liquori messicani Ancho Reyes e Montelobos

colonna Sinistra
Mercoledì 9 ottobre 2019 - 15:30

Campari acquista i liquori messicani Ancho Reyes e Montelobos

Operazione da oltre 35 milioni di dollari
Campari acquista i liquori messicani Ancho Reyes e Montelobos

Milano, 9 ott. (askanews) – Campari acquista partecipazioni di controllo nelle società proprietarie dei liquori messicani Ancho Reyes e Montelobos da un gruppo di imprenditori messicani. Il prezzo totale per il 51% delle due società è pari a 35,7 milioni di dollari (corrispondente a €32,7 milioni al tasso di cambio della data di annuncio). L’acquisizione sarà finanziata con risorse disponibili e sarà pagata utilizzando cassa. Il perimetro della transazione include i marchi, la proprietà intellettuale e le giacenze di magazzino. Il perfezionamento della transazione è previsto entro la fine del 2019.

Ancho Reyes è un liquore naturale ottenuto dalla lavorazione di peperoncini di tipo ancho e poblano coltivati nel suolo vulcanico di Puebla in Messico. Montelobos è un mezcal artigianale, distillato alcolico prodotto dalle piante di agave in Messico. Nel 2018 il mercato principale per Ancho Reyes e Montelobos è rappresentato dagli Stati Uniti, con vendite pari al 66,4% del totale. Messico, Regno Unito e altri mercati internazionali rappresentano la parte restante delle vendite. Nel 2018 le vendite nette relative ai due brand sono state complessivamente pari a circa circa 6 milioni di euro, escludendo ogni sinergia distributiva. I due brand hanno registrato complessivamente una crescita media annua del 53,7% nel periodo 2016-2018.

“Siamo molto soddisfatti di arricchire la nostra offerta con due brand super premium – ha commentato il Ceo di Campari, Bob Kunze-Concewitz – Ancho Reyes, liquore dal gusto piccante unico e versatile con forte potenziale internazionale e idealmente posizionato per beneficiare del trend della mixology, e Montelobos, grazie al quale entriamo nel segmento premium e in forte crescita della categoria del mezcal”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su