Header Top
Logo
Sabato 7 Dicembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Whirlpool, de Magistris: deve restare a Napoli, sfida legalità

colonna Sinistra
Lunedì 10 giugno 2019 - 19:44

Whirlpool, de Magistris: deve restare a Napoli, sfida legalità

Domani consiglio comunale straordinario: mi auguro voce unanime

Napoli, 10 giu. (askanews) – Lo stabilimento Whirlpool “deve restare a Napoli perché quella napoletana non è un’azienda decotta e perché è anche una sfida di legalità. Bisogna vincere”. A ribadirlo è il sindaco partenopeo, Luigi de Magistris, tornando sulla possibile dismissione del sito produttivo di via Argine della multinazionale che produce elettrodomestici. “In un quartiere come Ponticelli – ha spiegato de Magistris – avere un’area industriale che funzioni significa contrastare il degrado, l’illegalità, lo sconforto e l’assenza di lavoro e serve, quindi, per l’economia della città”. Domani si terrà la seduta monotematica del consiglio comunale di Napoli proprio sul caso Whirlpool e il sindaco ha sottolineato: “Mi auguro che, con voce unanime, faccia sentire al Governo che la cifra della partita è nelle loro mani”. Dopodomani, inoltre, de Magistris ha annunciato che “saremo a Roma dal ministro Di Maio con i lavoratori e le rappresentanze sindacali”.

De Magistris ha evidenziato che la città “è fortemente schierata su questa vertenza, che non riguarda solo 420 lavoratori e quindi 420 famiglie, ma tutta la città. Ecco perché non c’è stato un solo giorno in cui non siamo stati presenti”. “Se è vero ciò che ha detto Di Maio, cioè che a ottobre è stato chiuso un accordo con Whirlpool che ha preso i soldi e la garanzia era il rilancio industriale e il mantenimento della sede di Napoli, se questo non è accaduto allora o ciò che è stato detto e scritto non era vero, oppure siamo di fronte a un inganno. Questa cifra della questione – ha concluso – deve scioglierla il Governo”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su