Header Top
Logo
Lunedì 17 Giugno 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banche: cresce la collaborazione con le fintech

colonna Sinistra
Sabato 18 maggio 2019 - 10:48

Banche: cresce la collaborazione con le fintech

In forte crescita il peer to peer (P2P) lending market
Banche: cresce la collaborazione con le fintech

Milano, 18 mag. (askanews) – Il mercato del credito tra privati, il cosiddetto peer to peer (P2P) lending market, è un’area in cui crescono le opportunità di collaborazione tra banche e fintech. Lo rileva la ricerca P2P Lending Market dell’Osservatorio Fintech Innovation di Abi Lab, il Centro di Ricerca e Innovazione per la banca promosso dall’Associazione bancaria italiana, in collaborazione con Medici, una piattaforma indipendente di analisi sulle fintech.

Il P2P lending è una forma di prestito tra privati, basato su una piattaforma digitale che permette di avere e di dare credito senza la partecipazione diretta di una istituzione finanziaria. Lo scenario indica che questo segmento di mercato è in forte crescita sia in Italia sia in Europa, con un aumento significativo delle occasioni per gli operatori finanziari, sia come investitori nelle fintech che offrono il servizio, che come attori principali nelle piattaforme di scambio. Negli ultimi anni il mercato europeo dei prestiti P2P ha mostrato una crescita solida. Oltre al Regno Unito, che è leader, anche Francia, Germania, Paesi Bassi, Finlandia, Spagna e Italia stanno assistendo alla crescita di questo comparto. Si tratta di cifre ancora modeste ma tra il 2015 e il 2016 il prestito per i consumatori è cresciuto del 90%, quello per il business del 65%.

In Italia, si è registrata la crescita del segmento P2P complessivo. Il volume totale di 10 piattaforme erogato nel 2018 è stato pari a 763 milioni – un aumento del 125% rispetto ai 340 milioni nel 2017. L’erogazione totale da parte di 10 piattaforme P2P nell’ultimo trimestre 2018 è aumentata a 256 milioni di euro, + 42% rispetto al terzo trimestre 2018 e + 90% rispetto all’ultimo trimestre 2017. (segue)

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su