Header Top
Logo
Domenica 20 Gennaio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Milano, 1.169 imprese e 9.000 posti in periferia con aiuti Comune

colonna Sinistra
Giovedì 10 gennaio 2019 - 13:10

Milano, 1.169 imprese e 9.000 posti in periferia con aiuti Comune

Le nuove attività sono 574, di cui 238 start up innovative
Milano, 1.169 imprese e 9.000 posti in periferia con aiuti Comune

Milano, 10 gen. (askanews) – Dalla startup che produce centraline autosufficienti per il monitoraggio della qualità dell’aria nei vasi per fiori, fino all’impresa artigiana che costruisce e rigenera strumenti musicali. Sono alcune delle 1.169 attività nate o sostenute a vario titolo dal Comune di Milano nelle periferie della città grazie a bandi specifici dal 2012 al 2018. Un arcipelago produttivo capace di generare complessivamente un fatturato di oltre un miliardo di euro, che dà lavoro a quasi 9.000 persone. Le nuove imprese sono 574, di cui 238 start up innovative, pari al 15% del totale, e 596 imprese costituite prima del 2013.

I settori che maggiormente vedono impegnate le nuove imprese sono: 52% i servizi, 32% il commercio mentre un significativo 11% è attivo nell’ambito dell’artigianato, dato che evidenzia come, sul territorio cittadino, si stia assistendo a un progressivo ritorno del manifatturiero leggero; settore che grazie all’uso diffuso delle nuove tecnologie 4.0 permette, soprattutto a molti giovani, di trasformare la propria creatività in idee, progetti e oggetti vendibili. Significativo è notare come le imprese innovative che fanno dell’utilizzo delle nuove tecnologie il loro elemento caratterizzante, sono passate dal 6% del 2012 al 20% del 2018.

“I numeri – ha commentato l’assessore comunale alle Politiche per il lavoro, Cristina Tajani – sono molto positivi sia in termini di imprese che abbiamo aiutato a nascere, sia in termini di occupati tra fondatori e dipendenti. Anche il tasso di sopravvivenza è molto rincuorante, visto che dopo uno/due anni tra l’80% e il 90% esiste ancora, e anche per fatturato i dati sono molto confortanti”.

L’Amministrazione, attraverso i suoi provvedimenti, in questi sei anni, ha messo a disposizione per il sostegno alle imprese complessivamente risorse per oltre 15 milioni di euro. Nello specifico 11,5 milioni destinati alla nascita di nuove imprese, 3,7 a imprese già consolidate e 1,9 per gli incubatori e acceleratori d’impresa presenti sul territorio: Polihub (ICT,Web,High Tech), SpeedMI-Up (Management), FabriQ (Innovazione sociale) e Milano Luiss Hub For Makers&Student.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su