Header Top
Logo
Domenica 20 Ottobre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fca, sindacati: siglati contratti di solidarietà per Mirafiori

colonna Sinistra
Mercoledì 19 dicembre 2018 - 16:22

Fca, sindacati: siglati contratti di solidarietà per Mirafiori

e intesa per esodi volontari incentivati per Polo torinese
Fca, sindacati: siglati contratti di solidarietà per Mirafiori

Roma, 19 dic. (askanews) – È stato siglato oggi, presso il Ministero del Lavoro, il contratto di solidarietà per la Carrozzeria di Mirafiori per l’anno 2019; inoltre abbiamo chiesto e ottenuto di aprire una procedura di esodi volontari incentivati prevalentemente finalizzati alla pensione per i lavoratori di tutto il comprensorio torinese. Lo rende noto un comunicato Unitario dei sindacati Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic, Uglm, Aqcf.

La riapertura della solidarietà a Mirafiori fornirà la copertura necessaria ai lavoratori in attesa dell’atteso lancio della 500 elettrica ed è stata resa possibile dalla recente normativa in tema di ammortizzatori sociali che consente di superare i limiti di durata originariamente previsti dal Jobs Act.

Oggi in Carrozzeria Mirafiori – segnalano i sindacati – lavorano 2.400 addetti, ma dal vicino sito di Grugliasco vi verranno trasferiti entro il 1 gennaio 350 lavoratori e entro il 1 febbraio altri 450, così da alleggerire la situazione anche in quest’ultimo stabilimento dove si fa tuttora ricorso alla cassa integrazione straordinaria. La formazione dedicata alla nuova realtà produttiva di assemblaggio di powertrain elettrica attraverso uno specifico centro di formazione (BEV Traning Center) sarà una opportunità per tutti i lavoratori applicati al Plant di Mirafiori per migliorare la propria professionalità e restare aggiornati alle nuove necessità richieste dalla tecnologia elettrica. L’applicazione del Contratto di Solidarietà in luogo della CIGS permetterà a tutti i dipendenti del Plant di lavorare in rotazione con minimi garantiti e con l’opportunità di un minore impatto degli ammortizzatori sociali sul reddito.

Inoltre è stato chiesto di aprire in tutto il comprensorio torinese una procedura incentivata di esodi volontari finalizzata a consentire un aggancio con la pensione: gli incentivi concordati, a seconda del livello di reddito, per chi permarrà 24 mesi in naspi, ammonteranno a 21.000, 24.750, 28.500 e 38.000. La revisione delle tabelle di incentivo e il loro adattamento alla realtà retribuiva dell’area specifica è una opportunità che permetterà di percepire incentivi di importo maggiore rispetto al passato.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su