Header Top
Logo
Mercoledì 16 Gennaio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Teatri di ghiaccio, famiglie e relax: le novità in Val di Sole

colonna Sinistra
Giovedì 13 dicembre 2018 - 13:29

Teatri di ghiaccio, famiglie e relax: le novità in Val di Sole

Innovazioni e nuove formule per le vacanze sulla neve
Teatri di ghiaccio, famiglie e relax: le novità in Val di Sole

Milano, 13 dic. (askanews) – Impianti e attrazioni sciistiche sempre più family-friendly, musica con il ghiaccio e nel ghiaccio, nuove occasioni di relax e esperienziali: sono alcune delle novità per la stagione invernale in Val di Sole. Il comprensorio – che vanta alcuni di panorami più belli del mondo sulle Dolomiti di Brenta, sull’Adamello-Presanella e sul gruppo dell’Ortles-Cevedale – gioca anche quest’anno nuove carte per accogliere i suoi ospiti in linea con strategie che negli scorsi anni per massimizzare i benefici ai turisti, come lo skipass unico Superskirama, valevole anche in altre località del Trentino, che consente di sciare per 270 km di piste e 95 impianti.

La skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta, Folgarida Marilleva propone le due stazioni per un divertimento sulla neve totale, dove si può scegliere fra un ampio ventaglio di strutture ricettive che in molti casi si affacciano direttamente sulle piste. Con 25 moderni e veloci impianti di risalita che servono 36 piste da sci (38% facili, 49% medie, 13% difficili) per complessivi 62 km, entrambe dotate di piste illuminate per lo sci in notturna, Folgarida e Marilleva costituiscono un autentico paradiso per gli amanti dello sci alpino come dello snowboard/free-style. Il collegamento “Sci ai piedi” con Madonna di Campiglio e Pinzolo offre la possibilità di disporre della SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta, Val di Sole Val Rendena. “Quest’anno il comprensorio di Folgarida Marilleva è stato premiato come il più family-friendly da Skipass Panorama Turismo, il centro di ricerca specializzato sul mercato del turismo e degli sport invernali di Skipass, la più importante fiera sul turismo e sport invernali d’Italia – ricorda Cristian Gasperi, direttore generale Funivie Folgarida-Marilleva – Oltre alla qualità delle piste e delle località, ci stiamo sempre più orientando ad un’offerta turistica costruita attorno alle famiglie”. Il tracciato della pista rossa orso Bruno è stato poi migliorato, diventando più ampio e scorrevole. Inoltre, la neve sarà sempre al massimo grazie al nuovo efficiente sistema di innevamento programmato.

La skiarea Pontedilegno-Tonale – località condivisa tra Trentino e Lombardia – garantisce la ghiotta opportunità di poter sciare anche in tardo autunno e in primavera inoltrata, grazie agli impianti del ghiacciaio Presena, a quota 3000 metri. Passo Tonale offre 30 moderni impianti a servizio di 100 km di piste, che possono contare su abbondanti condizioni di innevamento naturale e un completo sistema di innevamento programmato. Fiore all’occhiello della stazione la famosa pista nera “Paradiso”(pendenza massima: 45%). il Tonale offre inoltre due snowpark e una pista da skicross tra le più lunghe delle Alpi, con oltre 1000 metri di discesa da percorrere tutta d’un fiato tra salti, gobbe e paraboliche da brivido; la località è particolarmente nota poi per la sua intensa vita “by night “: numerosi sono infatti i disco pub dove trascorrere piacevoli momenti in compagnia, nonché i locali tipici per l’après ski, la suggestiva serata in allegria e musica dopo un’intensa giornata sulla neve. “Un ponte dell’Immacolata partito alla grande” – commenta Michele Bertolini, consigliere delegato Adamello Ski – e per Natale contiamo di aprire tutte le piste, dai 3000 del Presena fino a Temù. Ma la vera novità di questo inverno è l’ICE Music Festival: stiamo lavorando senza sosta con l’artista Tim Linhart e oltre venti operai per realizzare il teatro di ghiaccio che ospiterà una ricca stagione di concerti”.

Infine la skiarea Pejo 3000 – stazione termale nel cuore dello storico Parco nazionale dello Stelvio – offre la possibilità di affrontare piste in un panorama mozzafiato, fin sotto le cime più note del Gruppo del Cevedale. Peio, il più alto Comune del Trentino, è la più antica stazione turistica della Val di Sole, resa famosa dalle sue acque termali, note sin dal 1650 e ora proposte in una vasta gamma di opportunità di wellness, grazie alle moderne Terme completamente rinnovate. Una località che per le sue caratteristiche si propone soprattutto per il soggiorno delle famiglie con bambini che ricercano la tranquillità anche sulle lunghe piste che scendono verso il paese dalle pendici del Monte Viòz, in un ambiente davvero unico e incantevole. Assolutamente da non perdere la veloce funivia PEJO 3000, che consente di tuffarsi poi nell’emozionante discesa della pista Val della Mite: 4 km di tracciato molto tecnico (partenza a quota 3000 e arrivo a 2000 metri) in uno scenario decisamente impareggiabile. “Anno dopo anno i numeri dimostrano una cosa: il successo di una località turistica montana si fa unendo ciò che un turista trova sulle piste da sci con ciò che lo attende al di fuori – osserva Luciano Rizzi presidente dell’Azienda per il Turismo della Val di Sole – In questo senso, il totale ammodernamento delle nostre Terme è un asset che permette di consolidare le presenze, fidelizzando il nostro pubblico inverno dopo inverno”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su