Header Top
Logo
Martedì 20 Novembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Settimana cultura d’impresa, prima tappa al Museo della Zecca

colonna Sinistra
Venerdì 9 novembre 2018 - 18:51

Settimana cultura d’impresa, prima tappa al Museo della Zecca

L'iniziativa organizzata nel Lazio da Unindustria
Settimana cultura d’impresa, prima tappa al Museo della Zecca

Roma, 9 nov. (askanews) – Al via la 17esima edizione della “Settimana della cultura d’impresa”, con un convegno e una visita al Museo della Zecca del Poligrafico dello Stato. La Settimana della cultura d’impresa è una manifestazione di Confindustria organizzata nel Lazio da Unindustria. Tema dell’incontro “Il valore della realtà industriale italiana attraverso il suo patrimonio culturale e numismatico”, promosso dal Poligrafico “per mettere l’accento sulla relazione imprescindibile tra cultura d’impresa e processi di innovazione tecnologica, accompagnati dalla tradizione artistica che da sempre caratterizza la storia del Poligrafico dello Stato”.

“Siamo orgogliosi – ha spiegato il presidente del Poligrafico, Domenico Tudini – di ospitare la prima tappa di questa importante iniziativa culturale. L’industria è un driver fondamentale di sviluppo non solo in chiave economico-produttiva, ma anche culturale e sociale e, il Poligrafico, grazie alle alte competenze tecnologiche e alle sue tradizionali capacità artistiche, rappresenta in pieno la sintesi di questi valori”.

“Inauguriamo al Museo della Zecca – ha sottolineato il presidente di Unindustria, Filippo Tortoriello – la 27esima Settimana della cultura d’impresa nel Lazio. Come associazione di rappresentanza del sistema industriale della Regione, abbiamo promosso iniziative che, pur coinvolgendo aziende di ogni dimensione e tipologia produttiva, hanno un obiettivo comune: testimoniare con orgoglio quanto quotidianamente offrono al proprio territorio, producendo valore non solo economico, ma anche sociale, culturale e identitario”.

“Nel Lazio – ha aggiunto Tortoriello – coesistono imprese eterogenee, per dimensione e vocazione produttiva: da una parte le multinazionali e le grandi imprese nazionali, molte delle quali a vocazione pubblica, e dell’altra piccole e medie realtà imprenditoriali. Le prime vedono la cultura anche come forza innovatrice, le seconde sono depositarie di un patrimonio di relazioni, valori e saperi spesso sottovalutato. L’impresa non è solo il luogo in cui l’imprenditore esercita l’attività economica, ma anche l’insieme di tutte le persone che la costituiscono e dei valori di cui queste sono portatrici. Solo questo – garantisce quell’equilibrio tra progresso economico e sociale, reale patrimonio d’identità del nostro sistema produttivo”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su