Header Top
Logo
Mercoledì 12 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lombardia, Mattinzoli: strutturare e coordinare polo cosmesi Crema

colonna Sinistra
Giovedì 8 novembre 2018 - 18:20

Lombardia, Mattinzoli: strutturare e coordinare polo cosmesi Crema

Il 65% del make up mondiale è Made in Italy
Lombardia, Mattinzoli: strutturare e coordinare polo cosmesi Crema

Milano, 8 nov. (askanews) – L’assessore regionale allo Sviluppo della Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, ha partecipato oggi all’Innovation Day organizzato dal “Polo della Cosmesi” di Crema in provincia di Cremona. “Il 65 % del make up mondiale – ha ricordato Mattinzoli – è made in Italy, un mercato che vale 14 miliardi di euro. L’82% per centro delle imprese è collocata nel Nord del Paese e il 51% è proprio qui a Cremona. Dobbiamo prendere atto di questi dati per strutturare e coordinare ulteriormente questa realtà con l’obiettivo di arrivare al cluster del make up partendo proprio dalla filiera di eccellenza. È dunque fondamentale accelerare i tempi per non farci rubare qualcosa che è patrimonio della realtà cremasca”.

“Su questo tema – ha proseguito l’assessore Mattinzoli – è significativo che gli assessorati della Giunta Regionale portino avanti un’azione comune perché non si può parlare di sviluppo economico senza prendere in considerazione, ad esempio, la formazione. Avete, infatti, bisogno – ha detto Mattinzoli rivolgendosi agli imprenditori del Polo – di persone che vengano formate nella competenza e nella capacità di essere innovative. Per questa ragione – ha aggiunto – ho avviato un dialogo costante con l’assessore alla Formazione e al Lavoro, Melania Rizzoli, e ritengo questo modo di lavorare un valido esempio di sinergia”.

Citando poi l’intervista del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, apparsa oggi su un quotidiano, Mattinzoli ha spiegato che la politica di Regione è indirizzata a “sostenere l’impresa perché ciò vuol dire vuol dire sostenere la crescita e creare così nuovi posti di lavoro. Le infrastrutture sono necessarie per fare questo, bisogna essere vicini al mondo dell’impresa anche attraverso bandi, attraverso il sostegno alla media e piccola impresa e compiere un’azione, anche tenendo in considerazione il sette anni di programmazione comunitaria, per creare, dal 2021 al 2027, lo sviluppo del nostro territorio”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su