Header Top
Logo
Martedì 12 Novembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • ##Snam: in piano crescono investimenti e cedola, punta sul green

colonna Sinistra
Mercoledì 7 novembre 2018 - 16:14

##Snam: in piano crescono investimenti e cedola, punta sul green

Rivisti al rialzo i target. Confermato completamento Tap nel 2020
##Snam: in piano crescono investimenti e cedola, punta sul green

San Donato Milanese (Mi), 7 nov. (askanews) – Snam rivede al rialzo tutti i target, aumenta dividendo e investimenti e guarda al futuro scommettendo sulle nuove attività nella green economy, puntando sulla sostenibilità e l’innovazione, consapevole del fatto che il gas continuerà ad avere un ruolo centrale in un settore energetico in profondo cambiamento. L’Ad Marco Alverà ha presentato questa mattina nella sede di San Donato Milanese il piano al 2022 e i risultati dei primi nove mesi dell’anno, che hanno visto l’utile netto crescere del 5% a 793 milioni. “Con il nuovo piano – ha detto Alverà – puntiamo a promuovere, con un ruolo da protagonisti, lo sviluppo in Italia e non solo del biometano e delle altre attività per la transizione energetica. Con i nuovi investimenti, il focus sulle nuove tecnologie, lo sviluppo dei nuovi business e le iniziative di finanza sostenibile, la Snam del 2022 sarà sempre più innovativa, efficiente e protagonista della transizione energetica in Italia e in Europa”.

Nell’arco di piano Snam prevede una crescita dell’utile netto oltre il 4% medio annuo, con un aumento del dividendo del 5% annuo. Aumentano gli investimenti per il periodo 2018-2022 a 5,7 miliardi, il 10% in più rispetto ai 5,2 miliardi del piano 2017-2021. In dettaglio, 4,8 miliardi riguardano la rete di trasporto, 0,7 miliardi lo stoccaggio e la rigassificazione e 0,2 miliardi i nuovi business legati alla transizione energetica, con focus sul settore del biometano che in Italia si sta sviluppando in modo promettente. Nell’ambito del piano di investimenti, 850 milioni saranno poi destinai al progetto TEC (Tomorrow’s Energy Company), volto ad accelerare la capacità innovativa di Snam.

Circa un quarto degli investimenti del piano riguardano iniziative di sviluppo, dal Tap ai collegamenti nel Nord-Ovest al servizio del mercato locale e dei flussi cross-border, dalla rete in Sardegna al potenziamento dell’impianto di stoccaggio di Fiume Treste. A proposito del Tap, Snam ha confermato le attese di completamento nel corso del 2020. Il progetto, di cui Snam è azionista al 20%, è completato per più dell’80% e i lavori sul tratto italiano sono recentemente ripresi dopo la pausa estiva. “Confermiamo le attese per il 2020 come data di partenza, come avvio del primo gas”, ha spiegato Akverà. “Abbiamo firmato oltre 1 miliardo di euro con gli shippers e nel 2019 partiranno i lavori di interconnessione”.

Con l’obiettivo di allineare la strategia di finanziamento con i propri obiettivi di sostenibilità e di ampliare la base di investitori, Snam ha, infine, finalizzato la trasformazione delle linee di credito sindacate da 3,2 miliardi in un sustainable loan: si tratta del terzo maggiore sottoscritto al mondo nonché il primo da parte di una utility del gas. La società emetterà anche un bond sostenibile. “Se poi è 100% green lo decideremo nelle prossime settimane, mesi”, ha precisato Alverà.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su