Header Top
Logo
Domenica 21 Ottobre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Manovra: pressing M5S per varo lunedì, nodo condono

colonna Sinistra
Sabato 13 ottobre 2018 - 17:07

Manovra: pressing M5S per varo lunedì, nodo condono

Tria isolato, domani al lavoro al Mef. Ipotesi ok 'salvo intese'
Manovra: pressing M5S per varo lunedì, nodo condono

Roma, 13 ott. (askanews) – Corsa contro il tempo all’interno dell’esecutivo per cercare di sciogliere gli ultimi, grossi, nodi della manovra economica e tentare di arrivare all’approvazione dell’intero pacchetto – dl fiscale e legge bilancio – lunedì in un Consiglio dei ministri convocato per le 18. In pressing su questa soluzione in particolare in M5S che punta all’approvazione di tutto lunedì per consentire al premier, Giuseppe Conte, di presentarsi al Consiglio europeo del 17-18 con i compiti svolti. Non a caso anche oggi Luigi Di Maio ha dichiarato che la legge di bilancio sarà approvata lunedì e poi ci sarà l’esame in Parlamento per modificarla.

Posto che questa è l’intenzione di Di Maio bisogna adesso vedere se si riesce a trovare la quadra su alcuni punti cruciali del decreto, in primis il condono, da cui dipendono a catena altri interventi che dovranno essere coperti con il ricavato dell’operazione. Il grande ostacolo, infatti, nel disegno dei pentastellati è proprio la sanatoria fiscale e come si deciderà di scriverla perché è appunto uno dei serbatoi principali della manovra. E’ essenziale, quindi, per l’esecutivo arrivare a una soluzione entro lunedì. Non bisogna dimenticare, infatti, che nel Dpb – che tassativamente dovrà essere inviato entro la mezzanotte del 15 a Bruxelles – dovranno essere descritte tutte le norme della legge di bilancio con le relative quantificazioni. Nel dubbio che l’esecutivo non riesca nei suoi intenti circolano ipotesi di date sulla convocazione di un secondo Cdm che potrebbe svolgersi giovedì.

Tuttavia, assodato che una sanatoria andrà fatta, il nodo resta prevalentemente politico con uno scontro che si sta consumando fra Lega e M5S. Per tirare le somme è previsto un vertice politico lunedì mattina con l’obiettivo di raggiungere un’intesa collegiale. Accordo che potrebbe alla fine ricadere su un compromesso fra un vero e proprio condono a maglie larghe e quello che riguarda soltanto le microcartelle.

Secondo quanto si apprende, un’ipotesi potrebbe essere quella di approvare anche il decreto fiscale, oltre che la manovra, con la formula ‘salvo intese’ per poi scriverli nei giorni successivi come ormai avviene di prassi per quasi tutti i provvedimenti più delicati. A frenare su questo però oltre agli tecnici della Ragioneria (non sono in grado materialmente di chiudere entro lunedì) anche un’ala del governo, fra cui il sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti, già provata dall’esperienza del dl Genova partorito dopo settimane dal varo. E nel caso della manovra economica la questione è ancora più delicata perchè sicuramente i mercati non apprezzerebbero ulteriori ritardi e incertezze.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su