Header Top
Logo
Sabato 23 Febbraio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Da LGH il primo Bilancio sociale dinamico e interattivo

colonna Sinistra
Giovedì 4 ottobre 2018 - 11:36

Da LGH il primo Bilancio sociale dinamico e interattivo

OpenReportin anteprima all'edizione 2018 del Salone della CSR
Da LGH il primo Bilancio sociale dinamico e interattivo

Milano, 4 ott. (askanews) – Un portale che dà conto in tempo reale delle attività di impresa per comunicare a cittadini e stakeholder come le strategie di sostenibilità si traducono in risultati concreti e riscontrabili: è l’ OpenReport di LGH, la multiutility del Sud della Lombardia con sede a Cremona e che fa capo al gruppo A2A. OpenReport – presentato in anteprima in Bocconi ad una platea di esperti durante il l’edizione 2018 del Salone della CSR e dell’innovazione sociale – costituisce uno dei primissimi casi in Italia di uno strumento di rendicontazione non finanziaria dinamico e interattivo, dall’alto valore informativo, viste le specifiche attività della multiutility, per quanto riguarda le dinamiche di un territorio.

“La volontà è proprio questa – spiega spiega Antonio Vivenzi, presidente di LGH – siccome noi produciamo molti dati, che poi finivano in un Bilancio di Sostenibililtà che faceva poi la fotografia ex post di quello che era stato fatto l’anno precedente. In questo modo invece noi mettiamo on line tutti i giorni, e a disposizione di tutti, questa enorme mole di dati. E da infografiche molto generali, per chi si accontenta di informazioni generali, si può scendere in particolari fino, per esempio, alla quotidianità degli operatori che fanno la raccolta differenziata. E quindi c’è l’opportunità per tutti di poterci leggere fin dentro il nostro DNA, per vedere cosa facciamo quotidianamente su questi temi, e anche di poterci dare contributi, suggerimenti e critiche”.

La multiutility traccia così una nuova e importante rotta nell’ambito della rendicontazione di sostenibilità superando un approccio corretto, ma pur sempre concepito in una logica unidirezionale, a favore di una comunicazione in itinere, stabile nel tempo e orientata al coinvolgimento.

Il portale, presenta in home page la matrice di materialità, costruita in modo da offrire, oltre alla fotografia dei temi maggiormente rilevanti per la sostenibilità del gruppo, anche un efficace strumento per la navigazione del portale, anche da mobile. La matrice, collegata agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, è interattiva e consente all’utente di scoprire e approfondire nel dettaglio i contenuti collegati ai temi di suo interesse. In questo modo la navigazione oltre che multilivello, può essere personalizzata e profilata per tema e stakeholder.

“OpenReport, iniziativa realizzata con partner autorevoli e qualificati, apre uno scenario rilevante nell’integrazione tra contenuti già oggi disponibili in azienda, e che grazie alla tecnologia possono essere presentati in modalità dinamica, fruibile da mobile, integrata al sito web dell’azienda, tracciati nella loro evoluzione – aggiunge Gerardo Paloschi, direttore Sviluppo Territoriale LGH – Un vero e proprio cambio di paradigma nell’approccio alla rendicontazione di sostenibilità e nel dialogo continuo verso le comunità locali”.

LGH, con questo importante progetto, conferma e rilancia così il primario impegno per la trasparenza e la sostenibilità. Dentro il nuovo modello di rapporto tra azienda e territorio, OpenReport è lo strumento per raggiungere l’obiettivo concreto di innovare la presenza delle utility nelle comunità, cogliendo le straordinarie potenzialità delle nuove tecnologie per ampliare conoscenza e dialogo.

Tra i risultati in evidenza per il 2017 presentati nell’OpenReport, e che saranno parte della mole di dati messi a disposizione e aggiornati, vi sono, per il valore economico 505 milioni di valore economico prodotto da LGH – di cui l’88% distribuito agli stakeholder e il 22% reinvestito in azienda – oltre e 80 mln di euro il valore delle forniture sul territorio lombardo; per il valore ambientale oltre 235 mila tonnellate di rifiuti raccolti nei 118 Comuni serviti, di cui il 73,4% differenziati, superando di oltre 8 punti l’obiettivo regionale del 65%. 329 mila tonnellate di gas serra evitate grazie alle tecnologie adottate negli impianti della società LGH; per il valore sociale 97% i dipendenti assunti a tempo indeterminato, 47% i neoassunti under30. 87 su 100 la soddisfazione dei clienti per il servizio di igiene ambientale; 78 mila clienti iscritti ai servizi online e oltre 11 mila studenti coinvolti in iniziative di educazione ambientale.

OpenReport favorirà un’ulteriore crescita di una cultura manageriale interna orientata alla condivisione delle strategie e degli obiettivi aziendali, puntando a conseguire un coinvolgimento degli stakeholder sistematico e informato, sviluppando un piano di comunicazione continuativo e innovativo. “OpenReport è la testimonianza concreta di un impegno assunto verso i nostri stakeholder: quello di costruire percorsi di trasparenza e rendicontazione ch, dopo l’esperienza dei Report di Sostenibilità nei primi 10 anni di LGH, spostasse in alto l’asticella della condivisione delle informazioni – dichiara Massimiliano Masi, amministratore delegato LGH – OpenReport si colloca nelle esperienze più avanzate nel comparto utility, e da un proprio originale contributo alla cultura della sostenibilità diffusa del gruppo A2A, alla quale si ispira e che intende arricchire di un ulteriore tassello” .

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su