Header Top
Logo
Mercoledì 16 Gennaio 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Start up, Woolf: il bracciale che segnala gli autovelox

colonna Sinistra
Mercoledì 23 maggio 2018 - 14:35

Start up, Woolf: il bracciale che segnala gli autovelox

Italia terza al mondo come copertura di dispositivi su strada
Start up, Woolf: il bracciale che segnala gli autovelox

Roma, 23 mag. (askanews) – Sono circa 180.000 i punti di segnalazione Autovelox e Tutor nei principali 70 paesi del mondo. Una rete capillare e fornita, nata per tutelare la sicurezza dei guidatori a due e quattro ruote. Lo rivela l’indagine di Woolf, la startup che ha lanciato l’omonimo sistema indossabile Made in Italy che consente di rilevare in tempo reale la presenza di punti pericolosi e sensibili lungo il percorso. L’Italia è la terza nazione al mondo per copertura, dopo Brasile e Germania, con 23.000 punti di controllo di cui il 70% corrisponde ad autovelox fissi e semafori con telecamera.

A questi si aggiungono 600 archi di misurazione Tutor autostradale mentre i restanti sono da considerarsi postazioni frequentemente utilizzate per controlli mobili. Velox e Tutor sono una fonte importante di incassi per i comuni italiani, che (fonte: Il Sole 24ORE) nel 2017 hanno incassato 1.7 miliardi di euro, con un tasso di crescita di quasi il 20% rispetto al 2016. Un trend su larga scala, se si considera il +4% rispetto al 2015 e il +9% rispetto al 2014.

Questo significa un “costo” di 33 euro per abitante (compresi bambini ed anziani), che lievita a 52 euro considerando i soli “utenti della strada”. Secondo i dati di Woolf, gli automobilisti che viaggiano con più frequenza sono soggetti ad un costo di oltre 100 euro medi all’anno per multe e simili.

“La nostra soluzione – spiega Federico Tognetti, Ceo Woolf – si propone come un valido ausilio a mantenere alta la soglia di attenzione ed a promuovere una guida più attenta e rispettosa delle norme di circolazione stradale”.

Woolf è un braccialetto realizzato in pelle, waterproof e pensato specificamente per l’abbigliamento da moto. É comodo, sottile, perfettamente indossabile anche sotto i guanti più stretti. E’ connesso tramite Bluetooth con il proprio smartphone (iOS & Android). La App dedicata si avvale del servizio leader di mappatura internazionale che copre oltre 70 paesi ed è in grado di segnalare tramite GPS la presenza di misuratori di velocità ed altri punti sensibili trasmettendo un segnale al bracciale che vibrerà con frequenza crescente man mano che ci si avvicina. Woolf, infatti, è il primo dispositivo che permette ai motociclisti una guida più rilassata e sicura allo stesso tempo. Le segnalazioni vibranti lo avvisano delle variabili del percorso senza fargli distogliere lo sguardo dalla strada. Woolf non evita solo multe salate ma allo stesso tempo aumenta la sicurezza sulla strada.

Rispetto alla versione precedente, la nuova release è in grado di segnalare, oltre a velox fissi, semafori con telecamera e postazioni mobili “standard”, anche la presenza dei tutor autostradali mentre prima dell’estate verrà rilasciata la funzione di segnalazione in tempo reale da parte degli utenti.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su