Header Top
Logo
Giovedì 19 Luglio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Pitti Uomo, da Re-HasH la trasformazione del denim

colonna Sinistra
Venerdì 12 gennaio 2018 - 15:21

Pitti Uomo, da Re-HasH la trasformazione del denim

Da "capo da lavoro" a "capolavoro"
20180112_152114_5C65C815

Roma, 12 gen. (askanews) – A Pitti Uomo la collezione Re-HasH del prossimo autunno/inverno si rivolge ad un uomo contemporaneo e di gran stile, che ama l’arte, i viaggi e la bellezza. La naturale vocazione del brand alla sartorialità predilige materiali ecosostenibili come il kitosano nei denim e la fibra tencel nei cotoni. Dal blu al black denim (nero tramato nero), i capi sono realizzati con tele power stretch e bi-stretch che permettono una maggiore flessibilità nei movimenti e quindi più comfort. Per l’uomo Re-HasH, viaggiatore per eccellenza, queste sono le qualità che il denim deve avere e ancor di più se si parla di tecnologia recall garantita (del fornitore ISKO) che permette al tessuto, dopo aver subìto tensioni, di tornare alla sua forma originale. Si aggiunge la tela blu black, nera all’interno e blu all’esterno (sempre con elasticità recall). La qualità si evidenzia ancor di più nella luxury capsule in cui sono presenti i denim lana e cashmere reattivi, che non rilasciano colore. Tra le collaborazioni più importanti in questa

prospettiva ci sono la LARUSMIANI TESSUTI che crea tele utilizzando le fibre naturali più fini al mondo e TESSUTI DI SONDRIO che propone filati in cotone cashmere moderni e innovativi. La proposta si arricchisce di denim lana “vero indaco” nei modelli 5/tasche – che vede nelle novità il modello “hopper”, dal punto vita più alto, regular, con un semifondo di cm 18 – e di cui fanno parte le tele chevron e i gessati, e di blu selvage cimosata 100% cotone (fornitore giapponese KUROKI) nei modelli rubens e pollock. Nella collezione cotoniera il “new dress code” è l’esaltazione del nuovo uomo d’affari che mixa tagli sportivi a dettagli casual-chic riuscendo ad esprimere allegria, vivacità e originalità.

Nella proposta dei trattamenti, il più utilizzato è l’old dye: un processo combinato di tintura e finissaggio che conferisce colore al tessuto e insieme un effetto di scoloritura nelle parti più rilevanti della sua superficie. Nella scelta dei tessuti Re-HasH è propositiva. Capace di unire texture, come armaturati, velluti e disegni tinto filo. Re-HasH non è mai monotono nello stile.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su