Header Top
Logo
Mercoledì 17 Gennaio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Beni Stabili: atteso a maggio termine lavori nuova sede Fastweb

colonna Sinistra
Mercoledì 10 gennaio 2018 - 15:56

Beni Stabili: atteso a maggio termine lavori nuova sede Fastweb

Allo studio navette per collegare a Milano MM Lodi con Ripamonti
20180110_155646_852AED54

Milano, 10 gen. (askanews) – Dovrebbero termine a maggio i lavori per l’immobile che ospiterà la futura sede di Fastweb a Milano nel nuovo business district Symbiosis con cui Beni Stabili sta riqualificando la storica area industriale nel quartiere vigentino. L’operatore di tlc dovrebbe poi iniziare a trasferire i suoi dipendenti a partire da ottobre, mentre è in fase di studio il progetto di istituire delle navette elettriche senza conducente che collegano la fermata della metropolitana Lodi con via Ripamonti.

“Symbiosis è un’area sulla quale crediamo molto, è lo sviluppo più importante che abbiamo con potenzialmente oltre 100mila metri quadrati uffici – ha spiegato Alexei Dal Pastro, general manager di Beni Stabili, nel corso di un incontro con la stampa – Il primo immobile è praticamente finito, sarà la sede di Fastweb (circa 21mila metri quadrati), i lavori dovremmo chiuderli a maggio e Fastweb dovrebbe iniziare a trasferirsi in ottobre”. “Siamo poi in trattative avanzatissime per altri due immobili importanti nell’area”, ha detto.

Nel distretto Symbiosis, ha annunciato Dal Pastro, “stiamo dialogando in modo concreto con l’amministrazione e con Atm per implementare un sistema di smart mobility. La nostra area sta tra l’asse della metropolitana di Piazzale lodi e l’asse dei tram di via Ripamonti e c’è quel chilometro (via Brembo, via Lorenzini) che non è servito coi mezzi, stiamo così cercando assieme all’adiacente Fondazione Prada di realizzare questo sistema di smart mobility, con mini navette elettriche senza conducente che viaggiano al bordo della carreggiata in questa linea di chilometro”. L’obiettivo è di realizzare il progetto in 12-15 mesi. “E’ in fase di studio ma voglio essere ottimista, noi ci siamo – ha concluso Dal Pastro – Vogliamo essere un partner per lo sviluppo della città”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su