Header Top
Logo
Lunedì 10 Dicembre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Mercoledì 29 novembre 2017 - 16:42

A Roma il World Engineering Forum 2017

Prime due lezioni da università di Tianjin e di Reggio Calabria
20171129_164208_CBFBDF49

Roma, 29 nov. (askanews) – Si apre a Roma il World Engineering Forum 2017: Università Mediterranea di Reggio Calabria e progetti di energia da moto ondoso protagonisti nella plenary lecture. Dopo la presentazione del Forum Mondiale degli Ingegneri avvenuta presso la Camera dei Deputati lo scorso 27 novembre 2017, si è tenuta a Roma la giornata introduttiva dei lavori, con la presenza di oltre 1.000 professionisti provenienti da tutto il mondo. Le due prime lezioni generali tenute al Forum, che si svolge sotto il patronato dell’UNESCO, sono state quelle dell’Università cinese di Tianjin sulle prospettive di rinnovamento degli edifici storici e dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria sulle frontiere rappresentate dall’energia marina quale fonte rinnovabile del presente e del futuro.

Per l’Università di Reggio Calabria, la lezione è stata curata dal Prof. Felice Arena, Direttore del Laboratorio Naturale di Ingegneria Marittima N.O.E.L., fra i più rinomati d’Italia nel settore della ricerca e delle applicazioni industriali di ingegneria marittima. Il Prof. Arena ha illustrato all’autorevole uditorio numerosi modelli prototipali e funzionali in uso sia in Italia che all’estero offrendone una comparazione. Nel corso del suo intervento il Prof. Arena ha trattato i sistemi di produzione di energia elettrica da moto ondoso e in particolare il REWEC3, innovazione totalmente italiana oggetto di studio da parte di primari soggetti industriali energetici, nata da un brevetto di uno studioso italiano, il Prof. Paolo Boccotti, e sviluppata proprio all’interno dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria.

A seguito delle prime applicazioni prototipali nei Porti di Civitavecchia e di Salerno, il Prof. Arena ha potuto presentare alla comunità scientifica del World Engineering Forum 2017 il progetto completo del Porto delle Grazie di Roccella Ionica, nella provincia di Reggio Calabria, quale prima implementazione completa a livello mondiale all’interno di un porto turistico, capace di far diventare il porto totalmente “green” e in grado di auto-alimentarsi con energia elettrica pulita prodotta dalle onde del mare. Il progetto per lo sviluppo del Porto delle Grazie, frutto dello studio congiunto dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e del Comune di Roccella Ionica, è stato recentemente finanziato dalla Regione Calabria ed ha rappresentato la conclusione della lezione generale introduttiva del Forum.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su