Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Domani missione a Cipro per promuovere Milano come sede dell’Ema

colonna Sinistra
Mercoledì 15 novembre 2017 - 11:48

Domani missione a Cipro per promuovere Milano come sede dell’Ema

Ultime iniziative in vista del voto del 20 novembre
20171115_114836_C381B3B3

Milano, 15 nov. (askanews) – Dopo le missioni degli ultimi giorni in Slovenia, Romania, Bulgaria, Svezia, Lituania, Lettonia, Estonia, Danimarca, Grecia e Portogallo, domani il sistema delle istituzioni e imprese milanesi che si battono per far assegnare al capoluogo lombardo la sede dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco destinata a lasciare Londra come conseguenza della Brexit, farà tappa a Cipro. Gli incontri internazionali, nei quali sono coinvolti rappresentanti dei settori farmaceutico e industriale, sono promossi dalla Camera di commercio, attraverso la sua azienda speciale per l’internazionalizzazione Promos, accanto a Comune, Regione, Assolombarda e associazioni d’impresa.

In vista della riunione di lunedi 20 novembre del Consiglio Affari generali dell’Unione europea, cioè il Consiglio europeo nella sua formazione composta dai ministri degli esteri degli stati membri e eventualmente anche dai ministri degli affari europei, sono in programma presentazioni e tavole rotonde, incontri con Camere di commercio locali, agenzie governative, associazioni imprenditoriali del posto, incontri con i rappresentanti di istituzioni e organizzazioni territoriali. Delle delegazioni fanno parte rappresentanti dei settori farmaceutico e industriale.

La decisione sarà adottata mediante una votazione divisa in tornate successive. Nella prima ciascuno Stato dispone di un voto composto da sei punti di voto da assegnare come segue: tre punti all’offerta che preferisce, due punti all’offerta che considera al secondo posto e un punto all’offerta che considera al terzo posto. Se un’offerta riceve 3 punti di voto da almeno 14 Stati membri vince. Se no le tre offerte con il numero più elevato di punti passeranno alla seconda tornata. A questo punto ciascuno Stato membro dispone di un voto (composto da un punto di voto) che può assegnare a una delle tre (o più) offerte selezionate. Se un’offerta riceve 14 voti o più vince. Se no le due offerte con il numero più elevato di voti passeranno alla terza decisiva tornata.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su