Header Top
Logo
Sabato 25 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Martedì 14 novembre 2017 - 12:43

Dl fisco, arriva mini scudo fiscale al 3%

Per ex residenti all'estero e frontalieri. Più tempo accertamento
20171114_124336_138C3749

Roma, 14 nov. (askanews) – Spunta uno scudo fiscale al 3% per gli ex residenti all’estero e i transfrontalieri. E’ una delle novità del dl fiscale approvata, secondo quanto si apprende, dalla commissione Bilancio del Senato. La proposta è arrivata dal Pd, firmatari il senatore residente in Svizzera Claudio Micheloni e Giorgio Santini. Si tratta di una sanatoria parziale in quanto i termini per l’accertamento (in scadenza a partire dal primo gennaio 2018) vengono prolungati fino a giugno 2020.

“Le attività depositate e le somme detenute sui conti correnti e sui libretti di risparmio all’estero – si legge nell’emendamento riformulato – in violazione degli obblighi di dichiarazione da soggetti fiscalmente residenti in Italia ovvero dai loro eredi, in precedenza all’estero, iscritti all’Aire, o che hanno prestato la propria attività lavorativa in via continuativa all’estero in zone di frontiera e in Paesi limitrofi, derivanti da redditi prodotti all’estero possono essere regolarizzate, anche ai fini delle imposte sui redditi prodotti dalle stesse, con il versamento del 3% del valore delle attività e della giacenza al 31 dicembre 2016 a titolo di imposte, sanzioni e interessi”.

La sanatoria si applica anche “alle somme e alle attività derivanti dalla vendita di beni immobili detenuti nello Stato estero di prestazione della propria attività lavorativa in via continuativa”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su