Header Top
Logo
Martedì 26 Settembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ford e Virginia Tech, auto autonome che parlano ai pedoni con le luci

colonna Sinistra
Sabato 16 settembre 2017 - 12:46

Ford e Virginia Tech, auto autonome che parlano ai pedoni con le luci

Si lavora a sistema che permetterà di colloquiare con pedoni, passanti e ciclisti
20170916_124644_0378D66A

Roma, 16 set. (askanews) – Come fa una macchina autonoma a rivelare le proprie intenzioni agli esseri umani? Ad esempio i pedoni come possono capire se durante un attraversamento sulle strisce pedonali, la vettura senza conducente ha intenzione di fermarsi? Ford e Virginia Tech Transportation Institute stanno sviluppando un linguaggio visivo di riferimento, che permetterà ai veicoli a guida autonoma di segnalare, attraverso l’uso della segnaletica luminosa, le loro intenzioni agli altri utenti della strada, come pedoni, conducenti umani e ciclisti, con l’obiettivo di creare una modalità di interazione convenzionale che tutti possano facilmente elaborare e comprendere. In pratica per simulare completamente l’esperienza a bordo di un veicolo a guida autonoma, i ricercatori hanno sviluppato una particolare tuta, in grado di nascondere un vero conducente nella posizione di guida. Progettata per sembrare a tutti gli effetti un sedile, la tuta crea, negli utenti della strada, l’illusione di vedere un veicolo completamente autonomo, fattore fondamentale per valutarne realmente le interazioni Lo scopo è lo sviluppo di un linguaggio convenzionale, che permetta ai veicoli a guida autonoma di comunicare le proprie intenzioni, fondamentale in quanto le classiche gestualità, che coinvolgono l’uso delle mani o del capo, non saranno ricomprese nei futuri scenari di guida. Sul parabrezza del Transit Connect utilizzato per condurre i test, è stata posizionata una barra luminosa insieme a sei telecamere ad alta definizione, utili per garantire una vision a 360° delle aree circostanti, al fine di carpire il comportamento dei diversi utenti della strada. Quindi il team ha condotto i test sperimentando tre diversi segnali luminosi, per testare la segnalazione delle intenzioni del veicolo: 1) Arresto: due luci bianche che si spostano da un lato all’altro, indicano che il veicolo sta per arrestarsi completamente. 2) Guida autonoma attiva: una luce bianca fissa indica che il veicolo è in movimento. 3) Avvio: una luce bianca che lampeggia rapidamente indica che il veicolo riprende la marcia dopo un arresto.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su