Header Top
Logo
Mercoledì 26 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi, Cgil: per 3 italiani su 10 propria posizione è peggiorata

colonna Sinistra
Sabato 15 luglio 2017 - 10:32

Crisi, Cgil: per 3 italiani su 10 propria posizione è peggiorata

Studio della Fondazione Di Vittorio e Tecnè
20170715_103248_9288C2FF

Roma, 15 lug. (askanews) – Il 32% degli italiani giudica peggiorata la propria situazione economica e il 24% si sente più vulnerabile di un anno fa. La forbice economica si allarga e avere un lavoro non protegge più dai rischi di povertà. E’ quanto emerge da un’analisi effettuata dalla Fondazione Di Vittorio-Cgil e Tecnè su “Fiducia economica, diseguaglianze e vulnerabilità sociale” aggiornata al secondo trimestre 2017.

Nonostante il miglioramento di alcuni parametri macro economici, rileva lo studio, il 62% degli intervistati dichiara che la situazione economica personale non è cambiata rispetto ai 12 mesi precedenti. Il 32% dichiara, invece, un peggioramento a fronte del 6% che giudica migliorate le proprie condizioni. Anche le attese per i prossimi mesi non registrano una crescita della fiducia. Il 20% degli intervistati, infatti, teme un ulteriore peggioramento delle proprie condizioni economiche nel prossimo futuro, il 70% pensa che non cambierà nulla e solo il 10% si attende un miglioramento.

La crisi economica non ha fatto soltanto crescere il numero delle famiglie povere, ma ha prodotto un crescente sentimento di vulnerabilità che il miglioramento dei parametri macro economici sembra attenuare solo in parte e soprattutto in quella quota di popolazione a più alto reddito. In questo quadro solo il 4% si sente economicamente e socialmente più sicuro rispetto a un anno fa, mentre il 24% si sente più vulnerabile e fragile e il rimanente 72% si sente come prima.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su