Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Vini Doc Sicilia vicini al traguardo dei 30 milioni di bottiglie

colonna Sinistra
Martedì 11 luglio 2017 - 14:55

Vini Doc Sicilia vicini al traguardo dei 30 milioni di bottiglie

Incremento del 10 per cento nell'imbottigliamento
20170711_145451_0DEEED21

Milano, 11 lug. (askanews) – Si avvicina il traguardo dei 30 milioni di bottiglie per i vini Doc Sicilia , una performance trainata soprattutto dall’exploit della cantina Grillo. E’ quanto emerge dai dati sull’imbottigliamento dei Sicilia Doc nel primo semestre dell’anno. “I primi sei mesi di produzione confermano che la Doc Sicilia si avvia al traguardo di 30 milioni di bottiglie prodotte nel 2017 con un incremento di poco superiore al 10% rispetto all’anno scorso” conferma Maurizio Lunetta, direttore del Consorzio di Tutela vini Doc Sicilia.

“A trainare la crescita – aggiunge Lunetta – il Grillo Sicilia Doc che nei primi 6 mesi dell’anno ha visto un’impennata di quasi il 50% dell’imbottigliato rispetto allo stesso periodo del 2016. Il Grillo Sicilia Doc ha superato i 2 milioni di bottiglie: nei primi sei mesi dell’anno scorso la produzione è stata di 1,3 milioni di bottiglie. Più stabili i numeri dell’imbottigliamento del Nero D’Avola, che comunque vede un incremento di 200 mila bottiglie raggiungendo nei primi sei mesi dell’anno 3,9 milioni di bottiglie”.

“La scelta di proteggere i vitigni autoctoni più rappresentativi come il Grillo e il Nero d’Avola, che stanno acquisendo maggiore valore, ci permette di dire che abbiamo imboccato la strada giusta – commenta Antonio Rallo, presidente del Consorzio di Tutela vini Doc Sicilia – Una decisione condivisa da tutta la filiera, dal mondo della cooperazione a quello delle piccole e grandi aziende, che ci ha consentito di tracciare per il vino siciliano una strategia unica”.

Grillo e Nero d’Avola saranno tra l’altro protagonisti di un tasting nell’ambito di “Collisioni” il Festival Agrirock d’Italia che si tiene nel Castello di Barolo. Il 17 luglio Ian D’Agata racconterà ad un pubblico di appassionati winelovers e foodlovers i segreti dei due vitigni siciliani più conosciuti e che nei prossimi anni si identificheranno sempre più con i vini Sicilia Doc.

(nella foto: Maurizio Lunetta, direttore del Consorzio di Tutela vini Doc Sicilia)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su