Header Top
Logo
Domenica 25 Agosto 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fotografia: Steve McCurry “Icons” a Siracusa

colonna Sinistra
Venerdì 30 giugno 2017 - 13:33

Fotografia: Steve McCurry “Icons” a Siracusa

I 100 scatti nell'ex Convento San Francesco d'Assisi
20170630_133319_5A754A0F

Roma, 30 giu. (askanews) – Con la mostra del grande fotografo americano riapre a Siracusa l’ex Convento di San Francesco domani Steve McCurry Icons, la mostra di uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea, promossa dal Comune di Siracusa e organizzata da Civita Mostre in collaborazione con Civita Sicilia e SudEst57.

“Un evento nell’evento – afferma il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo – la sintesi perfetta del progetto culturale che ha animato la nostra azione amministrativa in questi 4 anni: iniziative di qualità e valorizzazione del patrimonio architettonico. La mostra di Steve McCurry, un fotografo il cui valore è universalmente riconosciuto, è destinata a lasciare il segno nella storia culturale di Siracusa e sarà ricordata come uno degli eventi di punta di questo 2017 in Sicilia. Allo stesso tempo, mi piace trasmettere l’emozione di avere riconsegnato alla città uno spazio bellissimo che le ultime generazioni di siracusani non hanno mai conosciuto”.

Steve McCurry è un punto di riferimento per un larghissimo pubblico che nelle sue fotografie riconosce un modo di guardare il nostro tempo. La mostra raccoglie in oltre 100 scatti l’insieme e forse il meglio della vasta produzione ormai quasi quarantennale del grande fotografo americano, per proporre ai visitatori un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini. A partire dai suoi viaggi in India e poi in Afghanistan, da dove veniva Sharbat Gula, la ragazza che ha fotografato nel campo profughi di Peshawar in Pakistan e che è diventata una icona assoluta della fotografia mondiale.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su