Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Alitalia, no comment del Governo. Sindacati respingono accuse

colonna Sinistra
Giovedì 6 ottobre 2016 - 14:59

Alitalia, no comment del Governo. Sindacati respingono accuse

Hogan ha puntato l'indice sul mancato rispetto degli accordi
20161006_145854_003B9B98

Roma, 6 ott. (askanews) – Il Governo preferisce non commentare al momento le dichiarazioni del vice presidente dell’Alitalia e ceo di Etihad, James Hogan, che dalle pagine del Corriere della sera, oggi ha rinfacciato all’Esecutivo la mancata esecuzione degli accordi presi quando il vettore emiratino decise di investire della compagnia italiana.

Diversa invece la posizione dei sindacati che respingono al mittente le accuse di aver rotto l’accordo su tre anni di tregua di pace industriale. “Anche l’azienda – spiega una fonte sindacale – si era impegnata a rispettare la tregua, siglata con gli accordi del luglio-agosto del 2014, ma è stata la prima a non rispettarli. Non è che la pace vale perché tu puoi violare come preferisci gli accordi. Le nostre azioni sono state la conseguenza di queste violazioni. Il 18 settembre scorso abbiamo siglato un nuovo accordo e si è trovato un livello di relazioni che noi auspichiamo divengano normali”.

Sulla possibilità di tagli al personale, preannunciati da Hogan, la fonte sindacale ha risposto che “per quanto ci riguarda a noi non risulta niente di tutto ciò. Il tema fondamentale è che Alitalia deve capire che per come si è mosso e si sta muovendo il mercato è necessario investite sul lungo raggio e non rincorrere le compagnie low cost sul terreno della competizione perché altrimenti si perde in partenza”.

Infine, sull’eventualità di una convocazione dell’azienda, la fonte aggiunge che al momento non c’è nulla ma “la aspettiamo”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su