Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Amazon chiude terzo trimestre di fila con utili record

colonna Sinistra
Venerdì 29 luglio 2016 - 07:05

Amazon chiude terzo trimestre di fila con utili record

Tra aprile e giugno sono pari a 857 milioni di dollari
20160729_070459_684E26C7

New York, 29 lug. (askanews) – Amazon ha chiuso il secondo trimestre con utili record. E’ la terza volta di fila che l’ultima riga di bilancio del colosso americano dell’e-commerce raggiunge livelli mai visti prima. Inoltre è da cinque trimestri consecutivi che il gruppo di Jeff Bezos è riuscito ad evitare una perdita. L’azienda ha così stracciato ogni aspettativa, anche sul fronte dei ricavi e il merito in questo caso è stato della divisione cloud.

Nei tre mesi chiusi il 30 giugno scorso i profitti sono stati pari a 857 milioni di dollari contro i 92 milioni di dollari dello stesso periodo del 2015. Al netto di voci straordinarie, gli utili per azione sono cresciuti in un anno a 1,78 dollari da 19 centesimi contro attese degli analisti per 1,11 dollari.

Il fatturato è cresciuto del 31% a 30,4 miliardi dai 23,2 miliardi del periodo aprile-giugno dello scorso anno. L’azienda di Seattle (Stato di Washington) aveva calcolato un dato tra 28 miliardi e 30,5 miliardi mentre il mercato aveva previsto un risultato di 29,5 miliardi.

Amazon Web Services (AWS), la divisione di cloud computing, si conferma positiva: ha generato ricavi per 2,886 miliardi contro 1,82 miliardi dell’anno prima rendendo sempre più raggiungibile l’obiettivo di Bezos per vendite annuali di 10 miliardi di dollari. Nel trimestre è stata l’area più redditizia del gruppo: equivale a oltre la metà dell’utile operativo di 1,3 miliardi.

Per il trimestre in corso, Amazon prevede ricavi netti per 31-33,5 miliardi o in crescita del 22-32% rispetto al terzo trimestre del 2015. Gli analisti si aspettavano un dato a 31,63 miliardi.

In attesa dei conti, arrivati ieri a mercati chiusi, il titolo Amazon aveva chiuso la seduta in rialzo del 2,16% a 752,61 dollari. Nel dopo mercato ha inizialmente perso quota ma poi è arrivato a guadagnare oltre il 2%. Il record storico risale al 12 luglio scorso, quando arrivò a quota 756 dollari. Quello fu il Prime Day, il giorno dedicato a forti sconti per gli abbonati dell’omonimo servizio

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su