Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Dijsselbloem: Ue potrebbe muoversi sola su rischio sovrano banche

colonna Sinistra
Venerdì 17 giugno 2016 - 16:53

Dijsselbloem: Ue potrebbe muoversi sola su rischio sovrano banche

Dopo rapporto il Comitato del Basilea se ci sarà questa "opzione"
20160617_165321_1B335B64

Roma, 17 giu. (askanews) – I falchi europei dell’intransigenza non si arrendono sull’ipotesi di limitare il “rischio sovrano” nei bilanci delle banche in Europa, ovvero il possesso di titoli di Stato. “Non è escluso che l’Europa decida di muoversi da sola, dopo il rapporto del comitato di Basilea”, ha sostenuto il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloeam.

In questo caso, però, parlava da ministro delle Finanze dell’Olanda, Paese che ha la presidenza di turno dell’Ue europea. Su questo tema spinoso l’Ecofin ha deciso di “aspettare le conclusioni del Comitato di Basilea”, ha dovuto ammettere. “Ma non sappiamo ovviamente quanto tempo ci vorrà e cosa dirà il rapporto – ha aggiunto – potrebbe anche non essere conclusivo. Il Comitato potrebbe dire che ci sono diversi approcci possibili. Sulla base di questo guarderemo a possibili ulteriori passi, non è escluso che l’Europa si muova da sola”.

“Ma ovviamente dobbiamo aspettare le conclusioni del gruppo di Basilea. Vedere se è un rapporto chiaramente a senso unico oppure – ha insinuato – se stabilirà diverse opzioni possibili”.

In realtà la questione è molto controversa in Europa. Da un lato Paesi come la Germania, appoggiati dall’Olanda, premono per imporre limiti ai titoli di Stato nei bilanci delle banche. Dall’altro ci sono Paesi, tra cui Italia e Francia, che si oppongono all’idea che l’Europa o l’area euro si imponga limitazioni di questo tipo senza che siano accettate anche dalle altre maggiori aree economiche, come Usa e Giappone, perché sarebbe come imporsi uno svantaggio.

E la linea prudente ha finito per convincere anche la Commissione europea, che a sua volta ha rilevato la necessità di affrontare la questione in sede di Comitato di Basilea. Ora che l’Ecofin ha approvato un documento che sancisce che bisognerà attendere le conclusioni del Comitato di Basilea, ente che ha sede presso la Banca dei Regolamenti internazionali, le affermazioni di Dijsselbloem fanno pensare che i paesi “falchi” cercheranno di proseguire in quella sede il braccio di ferro, puntando appunto su questa eventuale “opzione” da inserire nel rapporto sul rischio sovrano nelle banche.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su