Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Def, Bozza: per il 2016 prevista crescita all’1,2%

colonna Sinistra
Venerdì 8 aprile 2016 - 15:49

Def, Bozza: per il 2016 prevista crescita all’1,2%

Il deficit in calo al 2,3% e il debito scende al 132,4%
20160408_154935_8CD90AF0

Roma, 8 apr. (askanews) – L’economia italiana nel 2016 crescerà a un tasso dell’1,2%, in accelerazione rispetto agli ultimi dodici mesi ma con un ritmo di espansione ridotto rispetto all’1,6% indicato dal governo l’autunno scorso. E’ quanto prevede la bozza del Def che sarà all’esame del consiglio dei ministri.

Il contesto economico sempre più problematico, le spinte deflazionsitiche nell’area euro condizionano anche l’economia italiana ma il governo con il documento di economia e finanza conferma la strategia di rafforzamento della crescita potenziale, accompagnato dal consolidamento strutturale delle finenze pubbliche.

Le indicazioni contenute nel Def confermano quindi il progressivo miglioramento dei saldi di finanza pubblica. Nel 2015 il rapporto debito/Pil si è sostanzialmente stabilizzato; per il 2016 è prevista una discesa dal 132,7 al 132,4 per cento; per il 2019 si prevede un valore pari al 124,3 per cento.

L’inversione della dinamica del debito è un obiettivo strategico del Governo. Dopo aver raggiunto nel 2015 l’obiettivo prefissato di riduzione dell’indebitamento netto al 2,6 per cento del Pil, nel 2016 il disavanzo scenderà ulteriormente al 2,3 per cento. Negli anni successivi spazio di bilancio addizionale verrà generato da maggiori entrate e risparmi di spesa – realizzati mediante un ampliamento del processo di revisione della spesa. L’effetto congiunto di queste misure assicurerà la riduzione dell’indebitamento netto all’1,8 per cento del Pil nel 2017; negli anni successivi il saldo continuerà a migliorare fino a raggiungere un lieve surplus nel 2019.

L’azione di consolidamento delle finanze pubbliche beneficia dell’attuazione del programma di privatizzazioni di aziende e proprietà immobiliari dello Stato, uno strumento fondamentale per modernizzare le società partecipate e contribuire alla revisione della spesa.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su