Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banche, Bernardo (Ap): decreto indennizzi in dirittura d’arrivo

colonna Sinistra
Mercoledì 6 aprile 2016 - 14:17

Banche, Bernardo (Ap): decreto indennizzi in dirittura d’arrivo

Presidente Comm. Finanze: pdl per agenzia educazione finanziaria
20160406_141655_26A5E2AB

Roma, 6 apr. (askanews) – Potrebbe arrivare nel giro di “qualche settimana” il decreto per gli indennizzi ai risparmiatori che hanno perso quanto investito in obbligazioni subordinate di Banca Etruria, CariChieti, CariFerrara e Banca Marche. E’ questa l’opinione del presidente della Commissione Finanze della Camera, Maurizio Bernardo (Ap).

“Dalle informazioni non ancora ufficiali siamo ormai in dirittura d’arrivo”. Il fondo, inizialmente previsto in 100 milioni di euro, potrebbe lievitare. “La preoccupazione che ha avuto il governo italiano, e questa è la ragione anche del ritardo, è che volendo dare soddisfazione ai correntisti, non ci fosse da parte dell’Unione Europea una possibile sanzione nelle modalità di erogazione, che non venissero considerati tecnicamente aiuti di Stato. Sembra che così non sarà per come è concepito il provvedimento”, ha spiegato il presidente della commissione Finanze della Camera in una intervista ad askanews. “Credo – ha aggiunto Bernardo – che nel giro di qualche settimana avremo un decreto che credo venga assegnato a commissioni finanze della Camera o del Senato, accelerando completamente l’iter”.

Per intensificare le tutele dei risparmiatori e metterli sempre più in grado di avere conoscenze e informazioni sulla gestione del proprio risparmio, Bernardo (primo firmatario) ha presentato una proposta di legge per l’istituzione di una Agenzia nazionale per la diffusione dell’informazione finanziaria.

“L’esigenza – ha spiegato l’espondente di Ap – nasce dal monento in cui direttive europee incidono nella vita delle banche italiane e quindi sui consumatori. L’idea è quella di mettere insieme organismi che svolgono in Italia un ruolo importante per i risparmiatori italiani ed immaginare che ci sia una politica di indirizzo e di iniziative che riguardi i consumatori italiani nel sensibilizzarli sui termini ed i diritti che hanno nei confronti del mondo bancario italiano”.

Secondo la proposta, firmata da un numero significativo di deputati bipartisan, l’agenzia avrebbe “costo zero” perché costituita da personale fornito dagli organismi che ne fanno parte, la Banca d’Italia, Abi, Ania, Consob, consumatori”. Ed il senso è proprio quello di “mettere assieme tutti i soggetti” coinvolti, avere “iniziative coordinate, promuovendo anche convenzioni con il mondo universitario, le categorie produttive, e il mondo del non profit, per dare strumenti semplici” a disposizione dei correntisti e dei risparmiatori. E dall’altro lato “responsabilizzare il mondo delle banche in un rapporto nuovo e trasparente”, ha aggiunto Bernardo.

La proposta dovrebbe essere assegnata alla commissione finanze e “chiederò al Ministro dei rapporti con il parlamento di poterla trattare velocemente”, ha concluso.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su