Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Carige, Malacalza: risultati negativi colpa attuale management

colonna Sinistra
Giovedì 31 marzo 2016 - 15:03

Carige, Malacalza: risultati negativi colpa attuale management

'Gestione banca è risultata carente: serve forte discontinuità'
20160331_150254_C02A7BFF

Genova, 31 mar. (askanews) – “I risultati economici, anche dell’esercizio 2015, sono stati molto deludenti e appaiono del tutto inadeguati alle potenzialità di Carige, che consistono, oltre che nella sua attuale struttura patrimoniale e azionaria, nel suo forte radicamento territoriale, nella qualità e diffusione della sua rete, nel suo tradizionale rapporto fiduciario con i clienti risparmiatori e con il tessuto imprenditoriale e nell’elevata professionalità dei suoi dipendenti, ai quali va rivolto il nostro più sentito ringraziamento. Questo risultato negativo non può continuare a essere imputato a una leadership gestionale cessata ormai da quasi tre anni”. Lo ha detto il socio di maggioranza relativa di Banca Carige, Vittorio Malacalza, rappresentato dall’avvocato Vincenzo Mariconda, durante l’assemblea degli azionisti dell’istituto di credito ligure in corso in queste ore ai Magazzini del Cotone di Genova.

“Pur dichiarando di approvare il bilancio predisposto dagli amministratori, devo esprimere -ha sottolineato Malcalza- una posizione fortemente critica sulla gestione della banca da essi operata, che è risultata carente in relazione agli aspetti che avrebbero richiesto il loro maggiore impegno: occorreva infatti una cura assidua dell’impresa bancaria, volta a valorizzare le già sottolineate potenzialità, rinnovando e rafforzando, per un verso, il rapporto fiduciario con la clientela, e curando di sviluppare, per altro verso, il coordinamento tra il vertice gestionale, la struttura centrale e la rete, e i dirigenti e i dipendenti tutti”.

“E’ in definitiva mancato -ha aggiunto l’imprenditore ligure- l’apporto di esperienze, idee e competenze che avrebbero dovuto fare da collante positivo per tutte le articolazioni, di vertice e periferiche, della banca in modo da generare in esse una rinnovata tensione verso quelli che sono e saranno anche in futuro i fondamentali dell’impresa bancaria: l’offerta ai risparmiatori di valide opportunità di investimento, alla clientela di elevati standard di servizi e l’erogazione del credito a famiglie e imprese, sviluppando la capacità di valutazione del merito di credito e del suo monitoraggio nel tempo”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su