Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banche, M5S: no a trasformazione obbligata in Spa di Pop Vicenza

colonna Sinistra
Venerdì 4 marzo 2016 - 12:58

Banche, M5S: no a trasformazione obbligata in Spa di Pop Vicenza

Interdizione voto segreto limita libertà

Roma, 4 mar. (askanews) – “Il governo è arrivato a mobilitare l’esercito per sorvegliare, domani, lo svolgimento dell’assemblea degli azionisti della Popolare di Vicenza, con la quale, in assenza di voto segreto, i soci saranno praticamente obbligati a dire sì alla trasformazione in Spa. C’è forse un mandato di Bankitalia per blindare tutto?”. Lo denunciano i deputati M5S in Commissione Finanze, in relazione alla risposta del governo all’interrogazione, a prima firma Pesco, che chiedeva gli orientamenti dell’esecutivo circa l’appuntamento di domani”.

“Il Movimento 5 Stelle dice no, come no aveva detto al decreto ‘banche popolari’ con il quale è stato sancito che alcuni istituti debbano diventare per forza Spa in base a una soglia di attivi assolutamente arbitraria”, prosegue Pesco.”La soluzione sarebbe piuttosto quella di spezzettare la grande banca in istituti più piccoli e di carattere territoriale, perché è una follia mettere sul mercato una Spa in questo momento, con indagini in corso per associazione a delinquere. Meglio aspettare adesso, per non creare danni domani: meglio piccole banche locali che una pericolosa mina vagante nelle acque tempestose del sistema bancario italiano”, conclude il deputato Cinquestelle.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su