Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Italia chiede a Ue flessibilità bilancio per costi crisi Libia

colonna Sinistra
Mercoledì 3 febbraio 2016 - 13:42

Italia chiede a Ue flessibilità bilancio per costi crisi Libia

Richiesta al Coreper: scomputo da deficit come per fondi a Turchia
20160203_134223_078C4325

Bruxelles, 3 feb. (askanews) – “L’Italia ha una forte aspettativa di vedere da parte della Commissione europea l’applicazione di un approccio coerente, durante la valutazione dei Programmi di stabilità”, ovvero dei bilanci nazionali degli Stati membri, in particolare “non prendendo in conto nel calcolo del deficit, ai fini del rispetto del Patto di Stabilità Ue, l’intero ammontare dei costi sostenuti dall’Italia fin dall’inizio della crisi in Libia”. Lo si afferma in una dichiarazione che il governo ha fatto inserire nei verbali della riunione, svoltasi stamattina a Bruxelles, del Coreper, l’organismo tecnico del Consiglio Ue che prepara le riunioni ministeriali.

La nota accoglie con favore la decisione della Commissione di non considerare nel calcolo del deficit i contributi nazionali degli Stati membri alla “facility” da tre miliardi per la Turchia, riguardante il programma di assistenza finanziaria ai profughi in quel Paese, e sottolinea che questo stesso trattamento (scomputo dal deficit) dovrebbe essere riservato a tutte le spese sostenute dai paesi membri per la crisi migratoria, la sorveglianza delle frontiere, il salvataggio in mare dei migranti e la loro accoglienza.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su